Elohim Prandi dopo la sconfitta del PSG nella finale della Coupe de France: « Un giorno senza »



Elohim Prandi (dopo la sconfitta del PSG contro il Nantes nella finale della Coupe de France) :  » È raro (per vedere il PSG mancato), la gente non se lo aspetta. Questa sera (SABATO)è un mix di tutto: tiri sbagliati, difesa passiva, tante palle perse e poche parate del portiere (otto per Jannick Green, uno per Andreas Palicka contro i 16 di Ivan Pesic). È stata una giornata storta. Hanno fatto un'ottima partita, ma non c'è nulla di allarmante, il campionato resta la nostra priorità.

(All'uscita, ginocchio sinistro infortunato.) Il ginocchio di (Giorgio) Maqueda colpisce il mio in chiusura, ho già una grossa infiammazione al tendine, un colpo dentro, non mi sento bene. Con il dolore il mio ginocchio non si è rafforzato, ho dovuto iperestendermi un po'. Ma adesso va già meglio, non c'è niente di rotto, dentro è ancora tutto solido. Non volevo correre rischi, ci sono grandi scadenze. Bisogna saper ammettere la sconfitta, a volte. Abbiamo ancora il campionato da disputare e la Champions League in casa giovedì (andata dei quarti di finale contro il Barcellona). »

Raúl Gonzalez (allenatore del PSG): “Abbiamo iniziato malissimo (6-0, 6e) e noi non eravamo lì. Non puoi vincere così contro il Nantes, essendo forte per dieci minuti (per tornare a 7-7, 13). Testa già alla partita contro il Barcellona? Non è la spiegazione logica quando si gioca una finale di Coppa, davanti a tanti spettatori… Abbiamo meritato di giocare questa finale, dovevamo fare l'ultimo sforzo per vincere. (Sulla fatica dei suoi giocatori.) Non puoi essere stanco dal primo minuto. Ma è colpa mia, non sono riuscito a preparare la partita come avrei dovuto. »

READ  Tre volte campione olimpico, Max Whitlock si ritirerà dopo i Giochi di Parigi



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *