Embolo, attaccante “fondamentale” rientrato puntuale per la Svizzera



Diversi osservatori si chiedevano se non avesse perso la scarpa per strada e se il suo gol non sarebbe stato rifiutato, e sarebbe stato un peccato perché la storia era bellissima. Di ritorno dopo aver subito uno strappo muscolare con il Monaco a Montpellier il 12 maggio, Breel Embolo non è partito titolare contro l'Ungheriasabato, e la sua presenza alla prima partita della Svizzera nella competizione era tutt'altro che scontata.

Pochi giorni prima, i media avevano annunciato che era fuori gioco e addirittura incerto per la partita di mercoledì contro la Scozia. Ma Embolo era abbastanza in forma. Se il 27enne attaccante non aveva novanta minuti nelle gambe, il suo ingresso in campo al 74', quando la sua squadra soffriva vedendo l'Ungheria risalire sul 2-1, ha fatto bene.

Il monegasco fu molto prezioso come punto di appoggio, permettendo al blocco svizzero di avanzare e limitare le ondate ungheresi. Se Embolo si fosse rassicurato andando subito in tintoria, la preoccupazione potrebbe diffondersi anche tra i 12.000 tifosi svizzeri che riempiono lo stadio di Colonia, dato che il nativo di Yaoundé si è toccato ripetutamente la coscia ferita di recente. Ma la spiegazione è arrivata durante il gol parata.

READ  Per la sua millesima partita nel circuito ATP, Richard Gasquet battuto da Lorenzo Sonego al primo turno a Madrid

Dopo aver anticipato il colpo di testa mancato di Orban, Embolo ha preso la palla dal petto, nello stesso momento un cinturino nero visibilmente mal posizionato è scivolato lungo la sua coscia sinistra poi lungo la tibia, si è impigliato intorno alla sua scarpa prima di cadere a terra, e l'attaccante, imperturbabile , ha lanciato con il destro Peter Gulacsi per liberare i suoi (3-1, 90°+3). L'aggressore poteva esultare, la liberazione c'era. Dopo la partita Embolo è entrato nella zona mista senza fermarsi, ma gli altri hanno parlato per lui, e ovviamente. “La sua situazione era incerta, ma avevamo riposto in lui molte speranze, disse Murat Yakin. Avevamo ragione ad averlo. Voleva stare con noi, anche se non poteva essere in campo, e abbiamo fatto la scelta giusta. Abbiamo adeguato il suo allenamento, ora è al 100% e ha fatto una buona partita. »

Il suo attaccante manca di ritmo, l'allenatore non ha commentato una possibile partenza contro la Scozia. Ma Granit Xhaka, il capitano, ha sottolineato lo status del suo compagno di squadra: “È fondamentale, in campo e nello spogliatoio. » Impossibile dire il contrario. Embolo è diventato, per il momento, l'unico giocatore della Nati ad aver segnato negli ultimi tre grandi tornei: Euro 2020, Mondiale 2022 e quindi Euro 2024.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *