Erik ten Hag resta allenatore del Manchester United, prolunga il contratto fino al 2026



È stato un brutto inizio, ma Erik ten Hag sarà davvero l’allenatore del Manchester United la prossima stagione. L’olandese era però sull’orlo del licenziamento dopo l’8° posto in campionato dei Red Devils, il peggior risultato della loro storia dall’inizio dell’era Premier League, iniziata nel 1992. Ma il 54enne tattico è stato salvato dalla vittoria in Coppa, vinta da L’MU affronta il Manchester City (2-1) a Wembley a maggio, lo ha riportato in una posizione forte.

Jim Ratcliffe, azionista del Manchester United e manager dell’atleta, aveva tuttavia incontrato numerosi pretendenti e potenziali sostituti come i due ex allenatori del PSG Thomas Tuchel (50 anni) e Mauricio Pochettino (52 anni), nonché Thomas Frank ( 50 anni), Roberto De Zerbi (45 anni), che ha scelto l’OMe anche Gareth Southgate (53 anni), attuale allenatore dell’Inghilterra, che non è sicuro di ottenere un prolungamento dopo l’Europeo.

Erik ten Hag sembra essere stato salvato anche dal numero di giovani giocatori che è riuscito a integrare nella prima squadra come Kobbie Mainoo, attualmente all’Europeo, e Alejandro Garnacho. Come va il Manchester United licenziare 250 dei suoi 1.100 dipendentiLo stipendio di Erik ten Hag non è stato rivelato nel comunicato stampa.

READ  Brest senza Pierre Lees-Melou e Bradley Locko al Tolosa



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *