Everton, Union Berlino… Chi sono i “grandi” club minacciati di retrocessione nelle Big 4?



Club storici in difficoltà

La sua retrocessione sarebbe un evento storico. Everton gioca in Premier League sin dalla sua creazione nel 1992 e non è mai scesa al livello inferiore. Una serie che è in pericolo in questa stagione. Il club, nove volte campione d'Inghilterra, ha 30 punti dopo 33 giornate. Sono cinque punti dalla prima retrocessione, il Luton (25 punti, una partita in mano).

I Toffees sono in competizione con Foresta di Nottingham. Con 26 punti i campioni del 1978 e doppiamente vincitori della Coppa dei Campioni (1979, 1980) sono vicini allo scudetto. Una prima tendenza si è avuta questo fine settimana con la vittoria casalinga dell'Everton, contro il suo avversario (2-0). Da notare che i due club sono stati sanzionati con una decurtazione di punti (8 per il primo club citato, 4 per il secondo) a causa del mancato rispetto delle regole finanziarie vigenti nel Campionato.

In Germania due club dai nomi brillanti devono lottare per non cadere. IL Borussia Mönchengladbach e il VfL Wolfsburg, entrambi a 31 punti, non hanno alcuna garanzia di mantenersi. Sono solo quattro punti avanti rispetto agli attuali play-off, Bochum, 16esimo con 27 punti. Cinque volte campioni, i Poulains hanno partecipato non molto tempo fa alla Champions League (ottavi di finale nel 2020-2021). Dal canto suo il club biancoverde, ancora presente in C1 due anni fa, ha oscillato tra l'ottimo e il meno bravo nell'ultimo decennio. Il campione del 2009 è nell'élite dalla stagione 1997-1998.

READ  Ryu Hae-ran è l'unico leader davanti a Nelly Korda e Brooke Henderson al campionato Chevron

Club recentemente in buona forma o inaspettati a questo livello

Iago Aspas, Oscar Mingueza e Jonathan Bamba nella sua squadra, difficile immaginarselo Vigore celtico nella corsa per mantenersi. Con 31 punti a sei giorni dalla fine della Liga, il Celta ha un piccolo margine su Cadice, 17esimo con 25 punti. Di fronte a questa situazione, l'allenatore Rafael Benitez ha fatto le valigie a marzo. Il club galiziano, sorprendente 6° al termine della stagione 2015-2016 e semifinalista in Europa League l'anno successivo, è lontano dai suoi migliori livelli.

Proprio come il Magonza et Colonia nella Bundesliga. I due club hanno giocato recentemente contro la C3 (quarti di finale per il Magonza nel 2016-2017, fase a gironi per il Colonia l'anno successivo) e sono in una posizione molto difficile per continuare nell'élite. Il club della Renania-Palatinato è a pari merito con il Bochum, attualmente dietro con 27 punti ma beneficia di una differenza reti favorevole (-17 contro -26). Quella della Renania-Vestfalia è messa decisamente peggio e occupa il penultimo posto in Campionato con 22 unità.

Tra tutti i club citati, solo ilUnione Berlino ha giocato la Champions League a inizio stagione. Come ricompensa per diversi anni di progresso, il club della capitale ha investito molto per essere competitivo su tutti i fronti (Kevin Volland, Leonardo Bonucci, Lucas Tousard, Robin Gosens). Ultimi del suo gruppo, gli uomini di Nenad Bjelica non pensano più all'Europa. Solo due piccoli punti la separano dalla zona rossa. La caduta è dura.

READ  Puma e Nike svelano gli outfit degli atleti, un team globale per Coca-Cola e Airbnb investe per i Giochi: le eco news della settimana

La Serie A rischia di vedere uscire uno dei club che ha prodotto il calcio più bello degli ultimi anni. Sassuolo, sorprendentemente sesto in classifica nel 2015-2016 e formato da Roberto de Zerbi tra il 2018 e il 2021, è messo davvero male. I compagni di squadra diArmand Laurente sono due punti dietro (19°, 26 punti) sullaUdineseprimo non retrocesso (17°, 28 punti), altro club recentemente al vertice e ora in corsa per il mantenimento.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *