Ferland Mendy: “Non ci sono mai stati problemi”



Tra una rinofaringite che ha animato le prime ore tedesche dei Blues, le attività per la UEFA questo giovedì mattina e un allenamento aperto davanti a 4.000 spettatori alla “Home Deluxe Arena” nel pomeriggio, i Blues hanno continuato la loro attività mediatica a Paderborn. Ferland Mendy ha partecipato a una conferenza stampa subito dopo Ousmane Dembelé. Una rarità per il lato sinistro. “ Sinceramente non sono molto abituato a fare conferenze stampa, preferisco evitarlo, ha spiegato. E' semplicemente il mio temperamento. » Ha trascorso ancora una quindicina di minuti davanti alla stampa.

“Sin dall’inizio della tua carriera abbiamo avuto la sensazione di una storia d’amore fallita in Francia, perché?
Non ci sono mai stati problemi, ma è successo tra il mio vecchio medico che ha detto le cose un po' tardi. Lo scorso giugno mi hanno convocato, a Madrid sapevano che non sarei venuto e lo ha detto il mio medico all'ultimo momento. È tutto.

Hai la sensazione di aver saltato qualche appuntamento?
Non posso dire fallimento, ma l'ho detto, l'allenatore prende le sue decisioni e tu devi accettarlo. Do il massimo nel club sperando di esserci. C’è la competizione, è il calcio.

Carlo Ancelotti dice di te che sei il miglior terzino sinistro del mondo, cosa manca al miglior terzino sinistro per essere titolare nella Nazionale francese?
(Lui pensa). Ottima domanda. Sinceramente non lo so. Lo chiederò all'allenatore e lui me lo dirà. E' vero che gioco tanto nei club ma bisogna adattarsi ed essere pronti. Puoi chiamarci in qualsiasi momento. Conoscevo persone qui da molto tempo, alcune erano in pre-allenamento con me. Sono tutti gentili, dopo sono qualcuno un po' nel mio angolino.

In quale ambito hai progredito?
Davanti a me al Real Madrid ho un giocatore che ha bisogno di spazio e libertà (Vinicius). L'allenatore mi chiede di difendere bene, questa è la cosa principale e davanti fanno il loro lavoro. Se salgo, porterò la gente a quello davanti a me e lui non ne ha bisogno. Al Real Madrid impariamo a vincere, e anche la solidarietà. Abbiamo una squadra molto unita, riusciamo sempre a fare rimonte incredibili.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *