Florian Grill, presidente della FFR: «Fate muovere le cose il più rapidamente possibile senza perdere alcun passo»



Florian Grill, presidente della Federazione francese di rugby, e Jean-Marc Lhermet, suo vicepresidente, hanno fatto andata e ritorno da Mendoza mercoledì, accompagnati da Rafael Cuneo Libarona, l’avvocato di Hugo Auradou e Oscar Jegou. “Ci siamo incontrati con il braccio destro del Pubblico Ministero e con la donna che segue il caso, così che il nostro avvocato ha iniziato a discutere un certo numero di fatti che contraddicono la versione abbondantemente descritta dai media argentini in seguito alle dichiarazioni del presunto vittimaspiega Grill. Non siamo né giudici né investigatori. Abbiamo fiducia nel sistema giudiziario argentino, ma speriamo che i giocatori e il loro avvocato abbiano l’opportunità di evidenziare queste potenziali contraddizioni il più rapidamente possibile. Sapendo che giovedì c’è un altro incontro del legale con il pubblico ministero durante il quale elencherà tutti i punti che sollevano interrogativi. »

I punti interrogativi emersi attorno alle due versioni riguardano il momento dell’arrivo di Oscar Jegou nella camera d’albergo e la presunta violenza ampiamente descritta dai media argentini durante i rapporti sessuali.

Raggiunto telefonicamente mercoledì sera intorno alle 20 (l’una in Francia), Florian Grill ha insistito sul fatto che l’approccio non è quello di trarre conclusioni prima del lavoro investigativo del sistema giudiziario argentino, ma di accelerare un procedimento che può durare tra 5 e 5 ore. e 25 giorni prima di decidere sulla libertà vigilata. Considerando le contraddizioni tra le due versioni, la delegazione che ha preso le difese di Auradou e Jegou ha osservato che il fascicolo meritava un trattamento rapido. “Anche se qui siamo in un periodo di vacanze, vogliamo che le cose vadano velocementeha insistito il presidente della FFR. Questo era lo scopo del nostro viaggio a Mendoza. »

READ  West Ham ed Everton vogliono andare avanti su Maxime Estève (Burnley)

L’ultimo contatto tra Florian Grill, Jean-Marc Lhermet e i due nazionali risale a martedì mattina. Patrick Arlettaz e Rodrigo Roncero hanno potuto far loro visita mercoledì nella tarda serata per portare loro vestiti nuovi e cibo. Durante il giorno vivrebbero circondati da una trentina di altri imputati e la sera entrambi in una piccola cella. “ Con Jean-Marc, cerchiamo di portare avanti le cose il più rapidamente possibile senza perdere alcun passaggio. Naturalmente è importante dare la parola al denunciante, ma ora è importante darla ai due imputati. »

“Il tipo di gestione, autonomia e responsabilità, (…) non funziona”

Florian Grill, presidente della FFR

In mezzo a questa vicenda, la Federazione cerca di tenere informate le famiglie attraverso Jean-Marc Lhermet: “Il nostro ruolo è rimanere in contatto con i genitori e con i club. Per informare tutti sullo stato di avanzamento della procedura. Cerchiamo di preservare il collegamento e di rispondere alle loro domande. » I leader sono consapevoli che questo episodio, dopo quello del video razzista di Melvyn Jaminetdeve richiedere introspezione e forse un cambiamento di cultura.

READ  Il Nizza è interessato al difensore centrale olandese Danilho Doekhi

Fino ad ora, la modalità operativa implementata all’interno delle squadre francesi è quella “un capodelegazione e un direttore sportivo che sono, attualmente, Bernard Viviès e Mathieu Braugespiega Grill. Il tipo di gestione è un principio al quale Jean-Marc ed io ci siamo piuttosto attenuti. Era come dire: autonomia e responsabilità, con giocatori più esperti che tengono unito il gruppo. In questo caso abbiamo un esempio comprovato, con Melvyn Jaminet (rispedito in Francia in seguito alla pubblicazione sui social network di un video in cui faceva dichiarazioni razziste), che non funziona, e almeno un secondo dopo, senza prevedere l’esito delle indagini, la sera (a Mendoza) in ogni caso era troppo ubriaco considerando una trasferta della nazionale francese. »

Un tema che quindi verrà discusso al rientro dall’Argentina. “Bisogna interrogarlo ma non da soliha aggiunto il capo della FFR. Dobbiamo affrontarlo con lo staff, la LNR, Provale (il sindacato dei giocatori), i giocatori. Non credo in una soluzione che cada dall’alto. Deve essere condiviso. Questi eventi dovrebbero spingerci a rivedere le operazioni e azzerare i contatori. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *