Francesco Bagnaia vince il Gran Premio di Spagna dopo un epico duello contro Marc Marquez



Un duello tra campioni ha animato domenica il Gran Premio di Spagna sul circuito di Jerez. Tra Francesco Bagnaia, due volte campione del mondo in carica della MotoGP, e Marc Marquez, sei corone nella categoria regina in carriera. Entrambi gli uomini ne hanno approfittato Jorge Martin ha sparato (Ducati Pramac), caduto all'11° giro mentre era in testa alla corsa, per poi ritrovarsi faccia a faccia. Beh, piuttosto uno dietro l'altro, ma a volte così vicini che avrebbero potuto incontrarsi negli occhi.

Soprattutto al 22° dei 25 giri, quando lo spagnolo, trasportato dai clamori di un pubblico eccezionale, è riuscito a prendere il vantaggio sull'italiano, appoggiando il fianco destro contro la ruota anteriore della Ducati ufficiale. Per qualche istante Marquez si è ritrovato in testa, ma è stato proprio Bagnaia il più forte questa domenica.

Dopo un inizio delicato (vittoria in Qatar ovviamente, ma ritiro in Portogallo e 5° posto ad Austin), il campione in carica ha finalmente dimostrato ai suoi rivali che era in corsa per il terzo titolo, che dovevano contare su di lui e che era pronto a lottare per questo. Dapprima ha fatto un'ottima partenza dal 7° posto, mettendo pressione su Martin, che è finito in rottura, prima di resistere a Marquez per diversi giri. Con questa vittoria, la ventesima della sua carriera, ha ottenuto anche un'ottima prestazione in Campionato, risalendo al 2° posto, a 17 punti da Martin.

READ  Caroline Garcia sul ritiro di Alizé Cornet: “Una carriera davvero straordinaria”

Zarco cade, Quartararo prende il punto per il 15° posto

Marco Bezzecchi (Ducati VR46), che non era ancora entrato nella top 5 in questa stagione, completa il podio di questo Gran Premio, ma a quasi quattro secondi dal vincitore, a dimostrazione del distacco che c'era questa domenica tra il duo di testa e l'altro autisti. Pedro Acosta (KTM GasGas), leader ad inizio stagione, ha disputato una gara molto più anonima, dopo una partenza fallita e un contatto con Johann Zarco, che ha concluso al 10° posto.

Il pilota della LCR Honda non ha visto il traguardo, trascinato dalla caduta di Aleix Espargaro (Aprilia) al 10° giro quando era 15°. Il connazionale Fabio Quartararo, meno festeggiato rispetto allo sprint, è comunque riuscito ad entrare in zona punti, con il 15° posto, mentre era 23° in griglia.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *