Franck Haise (Lens): “Inviamo tutto fino a maggio, poi faremo i conti”



Sconfitto venerdì scorso a Metz (1-2) al termine di una delle peggiori prestazioni della stagione, RC Lens trema nelle fondamenta, privo di risorse mentali e impantanato in una pessima dinamica. Franck Haise è venuto a calmare la situazione alla scrivania della Gaillette mentre sabato scorso (21:00) la sua squadra ospita l'ultimo della classifica, il Clermont, e il suo vantaggio sul settimo, il Lione, è di soli due punti.

“Come analizzi la sconfitta di Metz dove sembravi disilluso?
Non ero disilluso. Ero piuttosto arrabbiato, frustrato dalla partita. Se alcune persone pensano che sono stanco, voglio dirgli che sono qui. Voglio trovare un posto europeo. Ho energia. D’altra parte, a volte mi arrabbio. Così è stato dopo Metz. Abbiamo trascorso un'ottima settimana di allenamento. Come questa settimana. È passato molto tempo dall'ultima volta che abbiamo trascorso due settimane buone.

Dopo un quarto d'ora siamo in vantaggio per 1-0 ma ci comportiamo come se fossimo in vantaggio per 3-0. Non abbiamo centrato il bersaglio. Abbiamo dato al Metz speranza e solide munizioni per tornare in vantaggio. Incombeva sulle nostre teste. Dobbiamo essere più forti nell’atteggiamento e nell’impegno. Il possesso fine a se stesso non ha alcun interesse. Dobbiamo entrare in area, tirare in porta e metterci nelle migliori condizioni, cosa che non abbiamo fatto bene.

READ  Come sostituire il burro: 11 gustose alternative

Un’ondata di preoccupazione accompagna la tua attuale scarsa prestazione. Che messaggio vuoi inviare?
Abbiamo sempre bisogno del sostegno dei nostri fedeli, soprattutto in questo periodo più complicato. Siamo comunque sesti in classifica. Ma nelle nostre partite manca. Siamo in una serie che ti incoraggia a fare domande, lo ammetto. Non stiamo facendo abbastanza. I giocatori non imbrogliano. Ma a volte non fanno abbastanza. Possiamo avere tutte le scuse del mondo, non le voglio. Mancano cinque partite. Devi inviare tutto. Ci serve il dodicesimo uomo per scambiare le partite. Conto su di lui e sul mio gruppo.

Senti la tua fiducia sgretolarsi all'idea che l'Europa stia sfuggendo ai tuoi giocatori?
Spero che non ci siano dubbi sulla direzione da prendere. Stiamo andando avanti. Se iniziamo a fare domande adesso… mi aspetto che i giocatori prendano in mano la situazione. Ne mancano alcuni, ma questo è un altro problema. L'impegno deve essere totale.

Eliminazione europea contro il Friburgo Ha ucciso lo slancio della tua squadra?
L'eliminazione di Friburgo, arrivata così vicina, è stata di grande impatto. Adesso si tratta di fare di tutto per poter giocare nuovamente una Coppa dei Campioni. Non era successo così spesso per due stagioni di seguito a Lens. Nel calcio subisci colpi in continuazione. Ecco perché devi impegnarti al 100%. Il giorno in cui sarò stanco, andrò in Bretagna per riposarmi in pace, andare a pescare o mangiare frutti di mare, non sono ancora arrivato. Mi aspetto che il mio gruppo abbia questo temperamento fino alla fine. Se c'è una carenza perché c'è troppa fatica o non abbastanza qualità, voglio sentirlo. Ma per ora inviamo tutto fino a maggio. Dopo faremo i conti. »

READ  Uini Atonio (La Rochelle): “Siamo pronti” per i quarti contro il Leinster



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *