Frédéric Fauthoux dopo Paris-Bourg: “Nessun giocatore al livello di una finale di Eurocup”



Axel Julien (leader di Bourg-en-Bresse): “Non siamo riusciti a trovare il nostro ritmo. Sappiamo cosa dobbiamo fare nella prossima partita. Nel secondo tempo è andata meglio, ma significa davvero qualcosa? Non lo so. Dovremo reagire per fare meglio venerdì. Non ci siamo stupiti perché le avevamo già giocate, sapevamo che non sarebbe stato facile. D'altro canto non abbiamo fatto il necessario per contenerli e restare in partita. E' tutta colpa nostra. Hanno giocato molto bene, ma noi non siamo stati all’altezza della sfida. Non c'è problema con la mobilitazione, è una finale.

Abbiamo fatto un passo falso, siamo un po’ con le spalle al muro. Ma come dice l'allenatore, se vogliamo il titolo abbiamo due partite da vincere. Dovremo venire con altre intenzioni. (Un finale), È qualcosa che pochi giocatori o addirittura nessuno hanno sperimentato, quindi ovviamente è una sfida incredibile, ci sono molte cose da tenere in considerazione. È questo il problema che ci ha fatto soffrire? Non la penso così. Ma venerdì il contesto sarà diverso e più favorevole per noi, cercheremo di approfittarne. »

« Sono convinto che potremo ottenere due vittorie contro il Paris »

Frédéric Fauthoux, allenatore del Bourg-en-Bresse

READ  Il belga Ryad Merhy, ultimo vincitore di Yoka, affronta Jared Anderson il cui combattimento precede la prova

Frédéric Fauthoux (allenatore del Bourg-en-Bresse): “Sono molto deluso perché abbiamo fatto un primo tempo molto brutto. Non era il nostro basket. Abbiamo rispettato troppo questa squadra. Abbiamo perso questa partita nel primo tempo. Dopo è stato meglio ma non è bastato. Mentalmente eravamo ancora in buona forma contro il Besiktas (la JL ha vinto in gara 3 in semifinale) ? È possibile. Parigi, lo sapevamo, spinge, resiste.

Abbiamo reagito bene nel secondo tempo, forse loro hanno rallentato. In ogni caso quella di venerdì dovrà essere una partita completamente diversa. Nell'intensità, ad alto livello, non c'era nessun giocatore nel primo tempo che fosse al livello di una finale di Eurocup, semplicemente. È prima in difesa, nell'aggressività e nell'intensità che dobbiamo essere presenti e poi troviamo il ritmo in attacco. Se avessimo avuto il loro stesso successo in abilità, saremmo rimasti in partita, è ovvio. Ma è il basket. Dovremo ricreare queste situazioni. Dal momento in cui abbiamo sofferto, nessuno è riuscito ad entrare in partita.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *