Gaëtane Thiney (Paris FC): “La mia storia non è finita”



“Cosa ti ha motivato il tuo prolungamento quando avevi annunciato il tuo ritiro alla fine di questa stagione?
Sono felice, continuo. Sono molto felice di aver preso questa decisione e di chiudere simbolicamente la mia carriera in un campionato professionistico. È un bel cenno in questa bellissima giornata per il calcio femminile. A livello personale mi sono sentito rassicurato, ho trovato risposte alle mie domande per il mio futuro. Ho trascorso un anno straordinario, ricco di emozioni, gioia, piacere, condivisione in un club in cui mi trovo molto bene, con un gruppo attento e con molta competenza. Avevo la sensazione di scoprire me stessa, di progredire nelle aree in cui ne avevo bisogno. In definitiva la trasmissione fa parte di me, la mia storia non è finita su questo punto. Questa squadra merita che io restituisca tutto quello che mi ha dato quest’anno. Ho preso la mia decisione circa dieci giorni fa. Una mattina mi sono svegliato e mi sono detto: “Questo è quello che voglio”. E da allora dormo come un bambino. È stata una buona decisione.

Cosa ti ispira questa LFFP (Women's Professional Football League), tu che hai vissuto tutti gli ultimi sviluppi del calcio femminile?
Ho iniziato nel 2000, è molto tempo fa. È bello vedere che le ragazze di domani avranno una struttura attorno a loro che permetterà loro di fiorire, di progredire e di essere nella posizione migliore per potersi professionalizzare. È tutto ciò che ci aspettavamo. Bisogna avere pazienza, farlo crescere, evolvere. Si tratta di un primo passo per il futuro del calcio femminile francese.

READ  Thomas Tuchel chiede "un'atmosfera incredibile" ai tifosi del Bayern Monaco

Che ruolo devono giocare i giocatori nello sviluppo di questo campionato?
I giocatori hanno un ruolo importante da svolgere. Dobbiamo ispirarci, vedere cosa è successo con i ragazzi. Ho avuto la possibilità di suonare negli Stati Uniti. Penso che come donna, come regola generale, abbiamo un ruolo da svolgere nell’impegno, nel parlare apertamente, nell’essere un modello. Spero che le ragazze ne siano le ambasciatrici. Cercherò di esserlo nel mio ultimo anno. Abbiamo una responsabilità reale, dobbiamo esserne consapevoli e accettare il fatto che abbiamo dei messaggi da trasmettere per unire le persone.

È davvero questa la tua ultima stagione?
Mia madre mi ha detto la stessa cosa dieci giorni fa quando le ho detto che avrei continuato. Sono molto felice. Vivo giorno per giorno, è più bello così. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *