Gémima Joseph, stage in Giamaica con l'allenatore di Usain Bolt



Nel tardo pomeriggio sulla pista del campus giamaicano della UWI (Università delle Indie Occidentali), a Kingston. Le montagne si affacciano sul tartan blu condiviso da atleti di diversi club. Lo stesso tartan diUsain Bolt, tre volte campione olimpico nei 100 metri, correvo tutti i giorni, solo pochi anni fa. Il vento soffia forte, rendendo la temperatura un po' più sopportabile in questa settimana di ondate di caldo.

Tra gli atleti presenti questo martedì 14 maggio, uno non è tesserato per nessuna società locale. Si tratta della francese Gémima Joseph, che ha realizzato un mese fa i minimi olimpici nei 100 e 200 m. La velocista di 22 anni è venuta a fare uno stage con quello che lei descrive  » una leggenda «  : allenatore Glen Mills, che ha allenato in particolare Usain Bolt e Yohan Blake. Con il casco in testa, la giovane termina il riscaldamento sotto gli occhi del suo allenatore, Gaëtan Tariaffe, anche lui presente al viaggio. “ È sempre stato il suo sogno venire a vedere i giamaicanilui spiega. Quindi ci siamo organizzati. Si tratta di un progetto che risale al 2019. »

Per la quinta e ultima sessione di Gémima Joseph in Giamaica, l'attenzione è puntata sulle partenze. Comincia a calare la notte e la temperatura torna a scendere, mentre Mills si alza dalla panchina dove è seduto dall'inizio della seduta. L'uomo di 74 anni si avvicina ai blocchi di partenza e commenta la posizione dei piedi del giovane della Guyana sui blocchi. Li considera troppo alti e troppo indietro. “ Ha cambiato tutto e all'inizio mi sono sentito molto a disagio. Non potevo farlo », dice Giuseppe. La rassicura e le spiega che questo è un segno che i cambiamenti funzioneranno. Machel Woolery, vice allenatore Mills, si ferma a 10 metri con il cronometro. La giovane inizia uno dopo l'altro e vede ogni volta scorrere il suo tempo. “Col passare del tempo, ho iniziato a sentirmi sempre meglio. Ho anche fatto degli ottimi momenti, che assomigliano a quello che faccio quando sono al meglio. »dettaglia il velocista.

READ  Vincitore della cronometro del Delfinato, Remco Evenepoel è in testa alla classifica generale

“In Guyana sono l’unico velocista basso del mio gruppo. Sono un po' solo »

Intanto il campione del mondo dei 400 metri Antonio Watson percorre qualche giro di pista scalzo e a ritmo molto lento, come recupero. In giro anche i velocisti Zharnel Hughes (medaglia di bronzo nei 100 metri a Budapest) e Oblique Seville (4° a Budapest ed Eugene nei 100 metri). Un gruppo formativo affiatato e felice, che piace allo studente di management e finanza. “ L’idea era proprio quella di trovare un gruppo di alto livello per poter confrontarsi con persone più forti. Perché in Guyana sono l'unico velocista basso del mio gruppo. Sono un po' solo. Il soggiorno in Giamaica non è stato lungo ma i ragazzi sono stati davvero gentili con me. Mi hanno dato anche dei consigli. Tutta questa atmosfera mi ha fatto sentire rilassato” confida Giuseppe.

Simbiosi tra atleta e allenatore

È già tempo di saluti e ringraziamenti, prima di partire l'indomani per la Martinica, dove Gémima parteciperà al raduno del fine settimana successivo (ha fatto segnare un nuovo ottimo tempo sui 100 metri in 11''04). L'esperienza non sarà stata arricchente solo per la corridore, ma anche per il suo allenatore. “ Ho avuto discussioni interessanti con il signor Mills sulla necessaria simbiosi tra allenatore e atleta. Gli obiettivi dell'atleta devono corrispondere bene agli obiettivi dell'allenatore. Ho potuto osservare anche quanto sia attento, disponibile verso gli atleti, nonostante l'età avanzata. Abbiamo parlato anche di metodi di allenamento. L'allenatore dà istruzioni ma non sente le cose. Spetta quindi all'atleta apportare modifiche, se necessario. La comunicazione dovrebbe essere bidirezionale. Mills mette le persone al centro. »

READ  Hamish Brown apre il suo contropiede, Felix Mory 16°

Un soggiorno che sarà quindi stato molto proficuo a livello sportivo e umano. Unico problema? La breve durata. Ma Gémima e il suo allenatore sono determinati a tornare entro la fine dell'anno, con il gruppo di allenamento della Guyana. Fino ad allora, l'atleta ha un programma fitto di appuntamenti: Campionati Europei (dal 7 al 12 giugno a Roma), Campionati di Francia (dal 28 al 30 giugno ad Angers), Giochi Olimpici (dal 1 all'11 agosto a Parigi). Tenendo in mente le parole di Coach Mills: “ Un mucchio di piccole pepite che posso applicare per il resto della mia stagione. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *