Già sospeso per doping, il pugile Ryan Garcia escluso dal WBC dopo commenti razzisti



« Esercitando la mia autorità come presidente della WBC, bandisco Ryan Garcia da tutte le attività all’interno della nostra organizzazione », ha dichiarato Mauricio Sulaiman in un comunicato stampa pubblicato venerdì X. La WBC, una delle principali federazioni internazionali di boxe, ha preso la decisione dopo che Garcia ha ripetutamente usato insulti razzisti durante una trasmissione in diretta su X.

“Rifiutiamo qualsiasi forma di discriminazione ha continuato il presidente della WBC. Temo per il benessere di Ryan, che ha ripetutamente rifiutato il nostro aiuto per la salute mentale e la dipendenza. »

Già accusato di doping e atti vandalici

Garcia, 25 anni, è attualmente in servizio un anno di sospensione per doping dopo essere risultato positivo all’ostarina, un agente anabolizzante, la mattina del 19 e 20 aprile, giorno del suo incontro vittorioso a New York contro Devin Haney.

Quel giorno, Garcia aveva steso Haney tre volte per infliggere al suo avversario una prima sconfitta, senza però impossessarsi della sua cintura superleggera WBC perché si era presentato per il combattimento troppo pesante per la categoria. Una vittoria che poi gli è stata tolta.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *