Gli astronauti di Artemis trasporteranno le piante sulla Luna


La NASA ha recentemente annunciato i primi tre esperimenti scientifici che saranno effettuati dagli astronauti durante la missione Artemis 3, che prevede il ritorno dell'uomo sulla Luna nel 2026. Tra questi c'è LEAF (“Lunar Effects on Agricultural Flora”), un mini-esperimento serra lunare destinata a studiare il comportamento delle colture spaziali nell'ambiente lunare. Questa iniziativa segna un passo cruciale nell’esplorazione spaziale, poiché ci consentirà di comprendere meglio le possibilità di coltivare piante sulla Luna, non solo per l’alimentazione umana, ma anche per il mantenimento della vita in questo ambiente extraterrestre.

L'uomo tornerà presto sulla Luna

Il programma Artemis del NASA è un'iniziativa ambiziosa volta a riportare gli astronauti sulla superficie lunare come parte di missioni spaziali con equipaggio. Ispirato dal programma Apollo, Artemis mira ad espandere la nostra comprensione della Luna sviluppare nuove tecnologie e a ponendo le basi per le missioni spaziali umane su Marte e oltre.

Il nome « Artemide » si riferisce alla dea greca della caccia e della natura selvaggia che simboleggia l'esplorazione, la scoperta e il progresso. Attraverso questo programma, la NASA mira quindi a realizzare progressi scientifici e tecnologici significativi, aprendo al contempo la strada a presenza umana sostenibile nello spazio.

La missione Artemide 3 è una delle fasi cruciali di questo programma. Prevista per il 2026, questa missione sarà la prima a far atterrare gli astronauti sulla superficie lunare in più di mezzo secolo, segnando una nuova era nell'esplorazione spaziale.

astronauti artemis 3 geologi lunari
Illustrazione di due membri dell'equipaggio che lavorano sulla superficie lunare. Crediti: NASA

L'esperienza LEAF

Una volta lì, gli obiettivi della missione sono molteplici. Oltre ad esplorare la superficie lunare, gli astronauti condurranno esperienze scientifiche. Tra questi c'è l'esperienza LEAF, IL Primo il tipo per osservare la fotosintesi, la crescita e le risposte allo stress sistemico delle piante sotto radiazioni spaziali e gravità parziale. I dati raccolti aiuteranno gli scienziati a farlo valutare l’efficacia delle piante coltivate sulla Luna e il loro potenziale nel sostenere la vita umana a lungo termine in questo ambiente ostile.

READ  Presto sarà possibile individuare questi tre tumori in pochi minuti

Si noti che sebbene LEAF sia la prima volta per la NASA, la Cina ha già inviato piante di cotone sul lato nascosto della Luna durante la missione Chang’e 4 nel 2019, segnando l’inizio dell’esplorazione botanica lunare.

Oltre a LEAF, sono stati selezionati altri due esperimenti per la missione Artemis 3 Stazione di monitoraggio ambientale lunare (LEMS) e di l'analizzatore dielettrico lunare (LDA).

Il LEMS sarà dotato di sismometri autonomi che cercheranno i terremoti fino a due anni dopo l’implementazione. Questo esperimento aiuterà a caratterizzare la struttura regionale della crosta e del mantello lunare, fornendo preziose informazioni sulla formazione e l'evoluzione della Luna.

Per quanto riguarda l'LDA, misurerà la capacità della regolite lunare di propagare un campo elettrico. Questa analisi aiuterà a comprendere meglio la struttura del sottosuolo lunare e a rilevare possibili depositi di ghiaccio, il che è fondamentale per pianificare le future missioni con equipaggio.

Questi esperimenti verranno condotti vicino al polo sud della Luna, una regione ricca di ghiaccio d’acqua e che probabilmente ospiterà in futuro avamposti umani. Tuttavia, il sito di atterraggio finale della missione Artemis 3 non è stato ancora annunciato dalla NASA.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *