Gli uccelli cantano nel sonno e ora possiamo decifrare i loro sogni


Gli uccelli nascondono ancora molti misteri e uno di questi riguarda i loro sogni. Tuttavia, un recente studio condotto da ricercatori dell’Università di Buenos Aires ha gettato nuova luce su questa intrigante questione mappando i movimenti muscolari e le attività cerebrali di questi animali mentre dormono. I risultati di questa ricerca hanno aperto un’affascinante finestra sul mondo dei sogni aviari, rivelando sorprendenti somiglianze con le nostre stesse esperienze oniriche.

Esplorando i sogni aviari nel grande Kiskadee

Quando gli uccelli stanno dormendo, una parte del cervello associata al canto rimane attiva e mostra schemi simili a quelli osservati durante la veglia. I ricercatori dell’Università di Buenos Aires avevano precedentemente scoperto che questi schemi cerebrali attivano i muscoli vocali degli uccelli, permettendo loro di “riprodurre” silenziosamente le loro canzoni mentre dormono.

Per comprendere questa intrigante attività notturna, gli scienziati hanno utilizzato un nuovo approccio. Hanno trasformato i movimenti dei muscoli vocali osservati durante i sogni aviari in canti sintetici. Questa tecnica ha permesso loro di sondare i sogni grande Kiskadee, un uccello comune nell'America centrale e meridionale. I ricercatori hanno scelto questa specie per la sua vocalità caratteristica spesso associata a lotte territoriali.

uccelli
Un uccello Kiskadee maggiore (Pitangus sulphuratus). Crediti: diegograndi/istock

Svelati i segreti della vocalizzazione degli uccelli

Impiantando elettrodi elettromiografici (EMG) personalizzati negli uccelli, i ricercatori sono stati in grado di misurare la risposta muscolare e l'attività elettrica mentre dormivano. Hanno registrato simultaneamente l’audio EMG e il canto degli uccelli, quindi hanno utilizzato un modello matematico per tradurre tali dati in canti sintetici. Questo metodo ha permesso loro di analizzare i modelli di attività muscolare durante il sonno e di confrontarli con i comportamenti osservati durante il giorno.

READ  Nessun miracolo per Alireza Firouzja nei Candidati

Questo studio ha rivelato una visione affascinante della vita interiore degli uccelli e della loro attività cerebrale durante il sonno. I ricercatori hanno notato che i modelli di attività muscolare durante il sonno corrispondevano a comportamenti diurni, suggerendo che gli uccelli rivivono esperienze passate mentre dormono.

Sembravano infatti rivivere le loro lotte territoriali e riprodurre i loro canti caratteristici. Questa scoperta suggerisce che i sogni degli uccelli potrebbero essere una forma di elaborazione dell’esperienza quotidiana, una sorta di ripetizione notturna di eventi e interazioni vissuti durante il giorno.

Osservando i sogni aviari, gli scienziati ci invitano a riconsiderare il nostro rapporto con queste creature enigmatiche. Questa ricerca apre nuove prospettive sulla coscienza animale e solleva interrogativi sulle somiglianze tra i sogni degli uccelli e quelli umani. Comprendendo meglio i processi cerebrali degli uccelli durante il sonno, potremmo espandere la nostra conoscenza sulla cognizione animale e sull’evoluzione della coscienza.

I dettagli dello studio sono pubblicati sulla rivista Caos.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *