Gregg Popovich su Victor Wembanyama: “Un QI nel basket come Tim Duncan”



Gregg Popovich (allenatore dei San Antonio Spurs) : « (Vincitore) Wembanyama era molto “malleabile” e accettò di espandere il suo ruolo, per ampliare il suo gioco, sia difensivamente che offensivamente. Non ne sono sicuro, dovresti chiedergli se intendeva essere il miglior giocatore del campionato in termini di muri quando è arrivato. Ma, sai, era un requisito. Volevamo che fosse a canestro, che prendesse rimbalzi e stoppasse i tiri.

Gli piacciono i tiri da tre punti. Quindi non è esattamente quello che si aspettava da me all'inizio. Ma è un concorrente, vuole vincere. Ovviamente ha talento. Ma dovevo dimostrargli che era dotato in più modi di quanto pensasse. Sviluppare il suo gioco era davvero una priorità. Così mi fece capire che aveva le qualità di Tim Duncan, ovvero un QI cestistico innato e la voglia di diventare il migliore. E, si sa, devi stare con qualcuno… Chiunque può dirti qualsiasi cosa di un giocatore, ma devi stare con lui per capire il suo istinto, la sua mentalità, la sua filosofia, cosa lo fa vibrare. Con il tempo e l'esperienza, da bravo studente, migliora in tutti questi ambiti. Ci sono persone con cui puoi farlo e che non imparano mai. Assorbe tutto. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *