Grégory Lorenzi dopo la sconfitta di Lione: « Sappiamo benissimo che il Brest può dare fastidio »



« Come ti senti stasera? »
Non siamo più la stessa squadra dalla seconda parte della stagione. Abbiamo fatto un'ottima partita. Possiamo essere un po’ delusi dallo scenario. Per me c'è un rigore clamoroso prima del primo gol del Lione. Sul calcio di punizione che porta al gol del Lione, c'è un palese fuorigioco di Lacazette. Oggi gli arbitri del VAR non possono più nascondersi, sappiamo benissimo che il Brest può dare fastidio. Sappiamo che la prossima settimana affronteremo il Monaco e che non necessariamente saremo arbitrati alla pari con loro.

Nel secondo tempo abbiamo continuato a produrre ottime cose e siamo andati in vantaggio per 3-1. Avevamo difficoltà a gestire le nostre emozioni. Devi anche sapere come chiudere le partite. Prendiamo il prossimo obiettivo un po' troppo in fretta. La sanzione quindi è controversa. Capisco che il fischio sia stato fischiato ma il nostro difensore respinge ben prima che Marco vada incontro a Lacazette e non distrugge in alcun modo un'occasione. Questa sera l'arbitro ha favorito la sua squadra, il Lione. Quando vediamo le decisioni ci mettiamo in discussione. Quando alcuni rigori non vengono fischiati, a seconda della squadra, si chiede agli arbitri di essere più attenti. Devi sapere come andare avanti.

L'accoglienza del Monaco non sarà facile, ancora una volta in leggero vantaggio dalla sua parte, perché so benissimo che gli arbitri oggi sapranno cosa fare nelle partite finali. Questa è la storia della L1, le grandi devono essere al top. Noi siamo i più piccoli, nessuno può impedirmi di pensarlo e non credo di sbagliarmi. Non piangeremo sull'arbitraggio, certo ci sono tante incomprensioni, ma non è nemmeno colpa dell'arbitro perché quando vinciamo 3-1 dobbiamo fare meglio.

READ  Pablo Longoria incontra i tifosi prima del Benfica-OM

« L'arbitro deve tutelare i giocatori e stasera ha fatto il contrario »

Alla fine della partita sei frustrato?
Sono sette i gol subiti con la partita del Metz. Dobbiamo essere in grado di fare molto meglio collettivamente per essere difficili da battere. A questo bisognerà porre rimedio per andare avanti.

Hai parlato con l'arbitro?
No, è sempre lo stesso. Vi diciamo che sono 30 minuti ma, a seconda delle società, alcune potranno tornare direttamente a casa con loro alla fine della partita. È inutile. Non vedo perché dare il secondo giallo a Lees-Melou. L'arbitro deve tutelare i giocatori e stasera ha fatto il contrario. Ma non mi stupisco: stasera i fatti che ci hanno sorpreso e deluso sono stati tanti, ma ancora una volta avremmo dovuto gestirla meglio.

Pierre Lees-Melou ha chiesto l'annullamento della carta…
L'arbitro non potrà mai cambiare il suo giudizio. Quando lo sento dice « Pierre Lees-Melou ha commesso un errore nel primo tempo calpestando un giocatore del Lione ».(sulla sua roulette su Tolisso). Del Castillo soffre la stessa cosa e non fischia. Preferisco che dicano che aveva torto piuttosto che dire che i lionesi non lo hanno toccato. Ovviamente difendo il mio club ma cerco di rimanere onesto. Questa sera trovo che sia dannoso per l’arbitraggio francese, ma non sarà né la prima né l’ultima volta”.

READ  Crête, sur l’île du Roi Minos



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *