Guillaume Martin (Cofidis): “Quello che ha fatto Bardet, lo avrei voluto fare ma non avevo i mezzi”



“Cosa ricordi di questa prima settimana? È piuttosto deludente a livello personale?
Non avevo molte possibilità… Sulla carta quello che ha fatto Romain Bardet nella prima fase (sono imposto a Rimini e ha preso la maglia gialla), mi sarebbe piaciuto farlo ma non avevo i mezzi fisici per farlo. E poi non c’era nessuna apertura. Ieri (Domenica, sui sentieri bianchi tra Troyes e Troyes), mi sono pentito di aver reagito un po’ troppo tardi alla partenza del gruppo Van der Poel. Le opportunità appariranno da mercoledì. Nella seconda settimana ci sono sempre più aperture. Sospettavo che il livello si sarebbe alzato fino a quel punto. Avevo delle gambe abbastanza buone a San Lucaero soddisfatto di aver accompagnato abbastanza agevolmente il gruppo dietro (Poi) Pogacar. Se guardo i tempi di salita, sono più veloce di quanto abbia mai scalato. Stessa cosa a Galibier.

“Manterrò fede alla mia strategia: non mi lascio abbandonare volontariamente, perché non è nella mia natura, e non sono molto lontano dalla top 10 in termini di tempo

Sei il primo francese a farlo Classificazione generale (23, 7’41 da Tadej Pogacar), ma allo stesso tempo il vostro obiettivo sarà inseguire le tappe…
Penso che sia la peggiore classifica di un francese dopo otto giorni di gara, quindi non è un grande motivo di orgoglio… Continuerò a mantenere la mia strategia: non mi lascio ritirare volontariamente, perché non è non è nella mia natura e non sono lontano dalla top 10 in termini di tempo. Non mi trattengo dall’essere offensivo, dal prendere delle fughe, anche se ciò significa perdere tempo. Non rappresento un grosso pericolo per Pogacar e Vingegaard, nel complesso sono piuttosto indietro.

READ  Ineos con Geraint Thomas e Tobias Foss al Giro d'Italia

Cosa ne pensi della tappa delle Vie Bianche di domenica?
Non avevo fatto la ricognizione quindi sono atterrato un po’ nell’ignoto. Sospettavo che non sarebbe stato divertente, soprattutto perché non è il mio parco giochi. Ci sono due o tre passaggi tecnicamente limitati, con ghiaia spessa. È stata una fase impegnativa. I miei bronchi sono un po’ stretti a causa della polvere. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *