Hubert Hurkacz batte Alexander Zverev in semifinale ad Halle



Non è ancora quest’anno che Alexander Zverev vincerà in casa, sul campo di Halle. Dalle finali perse, nel 2016 contro Florian Mayer (6-2, 5-7, 6-3) e l’anno successivo contro Roger Federer (6-1, 6-3), il 27enne tedesco non è più stato più successo nel raggiungere questa fase del torneo. Battuto in semifinale da Alexander Bublik (6-3, 7-5) l’anno scorso, ha fallito ancora una volta alle porte della finale questo sabato contro il metronomo polacco Hubert Hurkacz e i suoi 17 assi (7-6 (2 ) , 6-4).

Zverev ha generalmente dominato il primo set. Imperiale, impegnato nei suoi impegni (solo cinque punti persi dietro la prima palla), ha ottenuto le uniche occasioni di break del turno, sul 3-3, approfittando di tre falli di dritto e di un doppio fallo dell’avversario. Ma il tedesco sbaglia di poco in risposta e poi con un passaggio di rovescio sui primi due, prima che il polacco faccia la differenza a rete e al servizio, seconda magnifica palla esterna, sui due successivi. Equilibrio, quindi, fino al 6-6, il set si è trasformato in pochi istanti, in una partita decisiva a senso unico durante la quale Hurkacz ha centrato tre ace mentre il 4° al mondo ha commesso tre clamorosi errori non forzati.

Hurkacz imperiale al servizio, Zverev frustrato

Dopo aver vinto il primo round, il 9° al mondo si è rilassato, ha colpito sempre più forte e ha preso sempre più rischi. Questo ha presto dato i suoi frutti con un break, logicamente, sull’1-1, dopo un bellissimo dritto ben seguito a rete, poi un dritto di Zverev, sopraffatto e frustrato dalla precisione e dalla violenza dei suoi primi palloni avversario. Il recente finalista del Roland-Garros pensava di aver visto un varco sul 4-3, quando Hurkacz si è ritrovato sullo 0-30 al servizio dopo due falli. Il resto del gioco? Servizio vincente, asso, servizio vincente e smash vincente dietro una grande prima. Le sue possibilità di rimonta, esigue, erano passate poiché, pochi minuti dopo, Hurkacz concludeva con uno shutout.

READ  Il leader diciottenne Nolan Traoré prolunga due anni a Saint-Quentin

Primo giocatore a rubare il servizio a Zverev questa settimana, the Pole, già intitolato ad Halle nel 2022, si è qualificata alla finale dell’ATP 500 tedesca senza aver perso un solo set. Domenica sfiderà il numero 1 del mondo Jannik Sinner o il cinese Zhizhen Zhang, 42esimo nel ranking ATP. I due uomini si affronteranno questo sabato pomeriggio.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *