I 5 momenti chiave della rimonta dell'Angers in Ligue 1



Atto 1: una preparazione in cui “tutto va bene”

Non sono molte le persone, il 27 giugno 2023, ad osservare la ripresa degli allenamenti della SCO dopo una stagione catastrofica in L1. L'Angers torna in L2 otto anni dopo averlo lasciato, se ne vanno gli ultimi valori di mercato (Nabil Bentaleb, Batista Mendy) e la dotazione per l'ingaggio non è alta. Stanno arrivando giocatori come Jordan Lefort, Florent Hanin, Zinedine Ferhat e Joseph Lopy, ingaggiati in Ligue 2. Bisogna anche rimobilitare un gruppo traumatizzato dalla discesa, che rimane identico all'80%. Ma tutto sta andando bene durante questa preparazione, secondo l'allenatore Alexandre Dujeux: “Da fuori era difficile percepirlo ma mi sentivo un bel gruppo. Abbiamo perso tanto, abbiamo vinto solo dopo la quarta partita, ma sentivo che stava succedendo qualcosa. Ero contento del gruppo. »

Atto 2: Dunkerque, per lanciare la dinamica

Dopo un inizio di campionato complicato a livello contabile (sconfitta nel derby di Laval, 0-1, poi pareggi contro Annecy 0-0 e Auxerre 2-2), l'Angers otterrà sul campo la sua prima vittoria stagionale. da Dunkerque (1-0, 26 agosto). “Vinceremo a Dunkerque senza essere brillanti ma con energia”ritiene Dujeux. « Non è stata una partita straordinaria, ma da lì è partito lo slancio », conferma il difensore Abdoulaye Bamba. Un gol di Himad Abdelli segnato su rigore al 90esimo +5 delizia il club angioino. La SCO vince la sua prima trasferta in quasi un anno (1-0 a Nizza, il 18 settembre 2022).

READ  La Spagna schiaccia Andorra e avvia bene la preparazione all'Euro

Atto 3: Rodez, schiaffo salvifico

Disastro dal 6° giorno. Mentre la macchina della SCO sembra lanciata dopo un convincente successo contro il Paris FC (2-0), i bianconeri sono caduti pesantemente a Rodez (1-4, 16 settembre), appesantiti da errori individuali. « Siamo stati abbastanza bravi nel primo tempo, poi pessimi nel secondo, e siamo stati puniti », ricorda Dujeux. L'Angers ha subito 4 gol nella ripresa ma “Rodez è tornato con i piedi per terra e dietro la squadra ha mostrato carattere”, pensa Bamba. Successivamente la SCO ha ottenuto 5 successi e si è spostata in cima alla classifica mettendo insieme anche 10 successi in casa. Gli Angers sono campioni dell'autunno.

Atto 4: Concarneau, un primo tempo che cambia tutto

Irriconoscibili, gli angioini perdono rapidamente 2-0 a Brest contro il Concarneau il 30 marzo. Sono quindi in linea con un inizio difficile nel 2024, dopo aver perso Jean-Mattéo Bahoya nella finestra di mercato invernale. Ma l'intervallo cambia tutto, e grazie soprattutto a Loïs Diony, autore di una doppietta, e Esteban Lepaul, coinvolto in tre gol, vincono 4-2. “Eravamo in una fase non eccezionale a livello di risultati. Abbiamo apportato modifiche che ci hanno permesso di andare avanti”, sottolinea Dujeux. L'Angers resta in partita nonostante il grande ritorno del Saint-Étienne.

READ  L'Espagnol Jesús Gil Manzano arbitra Atalanta-OM in Europa League

Atto 5: Annecy, la svolta per passare Sainté

Sapendo che l'Auxerre è volata via, resta solo un biglietto per la salita diretta, e prima di iniziare la 37esima giornata, Saint-Étienne è davanti alla SCO. Ma tutto cambierà nel cuore di questo penultimo giorno. I Verdi, che hanno condotto 1-0 contro Rodez, si ritrovano nel Calderone (1-1). Allo stesso tempo, i giocatori del Dujeux, sotto 1-0 ad Annecy, hanno lottato duramente per pareggiare grazie ad uno splendido calcio di punizione diretto di Pierrick Capelle, prima di segnare un secondo gol di Diony al 90'. Poi superano di 2 punti il ​​Sainté prima dell'ultima giornata e concludono l'opera con difficoltà, contro il Dunkerque, venerdì sera (0-0), mentre i Foréziens inciampano nuovamente, sul campo del QRM (1-2). Questa volta l'Angers è sicuro del 2° posto e Kopa può esultare: un anno dopo, la SCO torna in Ligue 1.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *