I capodogli hanno un modo insolito di difendersi dagli attacchi delle orche


È stato osservato un branco di capodogli mentre si difendeva da un attacco di gruppo di orche affamate utilizzando un meccanismo di difesa raro, ma efficace. Questa scena affascinante ha avuto luogo al largo della costa dell'Australia occidentale vicino al Bremer Canyon ed è stata catturata da persone a bordo di una barca turistica Naturaliste Charters.

Un attacco molto raro

IL capodogli sono generalmente considerati predatori all'apice e raramente vengono attaccati da altre specie marine a causa delle loro grandi dimensioni e del comportamento territoriale. Tuttavia, ci sono segnalazioni di attacchi riusciti orche su queste enormi balene, sebbene questi incidenti siano rari su scala globale e storica.

Le orche del Zona del Bremer Canyon, nell'Australia occidentale, sembrano essere più audaci degli altri e non esitano ad attaccare le creature, spesso prendendo di mira femmine e cuccioli piuttosto che i maschi generalmente più aggressivi. Recentemente i turisti hanno potuto assistere ad una di queste predazioni che ha coinvolto quattro esemplari.

capodogli di orca
Crediti: Machi Yoshida

Defecare per salvarti la pelle

I capodogli, cinque in tutto, inizialmente sembravano esausti e in difficoltà per restare insieme e proteggersi dagli aggressori. Hanno anche faticato ad emergere per riprendere fiato. Tuttavia, queste balene hanno rapidamente implementato una sorprendente strategia difensiva: defecazione difensiva. Questo meccanismo di difesa prevede il rilascio di una gigantesca nuvola di diarrea nell’acqua per scoraggiare i predatori.

IL biologo La marina Jennah Tucker, a bordo della barca turistica, ha spiegato che i capodogli, la cui dieta consiste principalmente di calamari, producono feci di colore rossastro. I capodogli muovono quindi la coda attraverso la scia di feci, confondendo i loro predatori.

READ  I ricercatori osservano un comportamento straordinario in un orango

I capodogli hanno adottato anche altre tecniche di difesa, come ad esempio formazione di una rosetta dove si raggruppano strettamente con la testa al centro e la coda aperta a ventaglio attorno a loro. Questo comportamento disorientante avrebbe contribuito anche a confondere i predatori che alla fine abbandonavano il gruppo di cacciatori.

capodogli di orca
I capodogli possono defecare per difendersi dai predatori. Crediti: iStock

Le orche si sono imbarcate in un'intensa caccia che ha messo in mostra la loro potenza e le loro tecniche di caccia d'élite, consentendo loro di minacciare il più grande predatore dentato dell'oceano. Sembra però che questa volta queste quattro orche non abbiano resistito alla tattica di difesa dei capodogli che hanno resistito grazie ai loro legami incredibilmente forti e ad una tecnica di difesa insolita.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *