I pesci della stazione spaziale Tiangong si sono adattati alla microgravità


Diverse settimane dopo il loro arrivo a bordo della stazione spaziale cinese Tiangong, i quattro pesci zebra stanno bene. Alla fine si sono adattati all'ambiente di microgravità dopo i primi giorni piuttosto difficili.

Studiare l'evoluzione di un ecosistema costituito da pesci

Shenzhen 18 è la tredicesima missione spaziale con equipaggio cinese e la settima sulla Stazione Spaziale Cinese. Tuttavia, come parte di questa missione, quattro pesci zebra hanno fatto il viaggio il 25 aprile 2024, accompagnato da un lotto di hornworts sommersi, piante acquatiche senza radici. L'obiettivo? Per creare un ecosistema autonomo e studiarne l'evoluzione sotto l'effetto della microgravità, ma anche radiazione.

Appena arrivati ​​a bordo della stazione, i pesci sono rimasti disorientati, come ha spiegato a articolo del CGTN del 19 maggio 2024. Secondo i taikonauti, i vertebrati nuotavano in modi curiosi: in cerchio, all'indietro o addirittura sulla schiena. Questo atteggiamento ha suggerito che il pesce non riuscivano a orientarsi nel loro spazio. Finalmente tutto è tornato alla normalità visto che ora hanno ripreso un ritmo normale e sembrano stare bene.

Come spiegato Universo oggi, la China National Space Administration (CNSA) non ha selezionato questa specie di pesci a caso. Devo dirlo il loro ciclo riproduttivo e la fase di sviluppo sono piuttosto brevi. Soprattutto le loro uova sono trasparenti, quindi è più facile studiarne la crescita. Anche il loro patrimonio genetico ha molti punti in comune con quello umano. In altre parole, alcune conclusioni di questa ricerca potrebbe applicarsi anche agli esseri umani.

stazione spaziale Tiangong Chine
La stazione spaziale cinese Tiangong. Crediti: CMSE

Microgravità e radiazioni

Sottolineiamo il fatto che la missione non prevede il ritorno dei pesci sulla Terra. L'obiettivo, infatti, è proprio quello di mantenerli in vita a bordo della stazione e a bordo costruire un ecosistema attorno a loro. La missione dei taikonauti è nutrire gli animali, monitorarli tramite telecamere e raccogliere acqua a intervalli regolari. Alla fine dell'esperimento, la scienza dovrebbe saperne di più Effetti della microgravità sui vertebratima anche sulle conseguenze delle radiazioni.

READ  un prodotto fabbricato in fabbrica senza una sola ape

Tuttavia, dovresti sapere che altri pesci sono già stati mandati in orbita per un lavoro abbastanza simile. Questo è stato il caso nel 2012 dell’agenzia spaziale giapponese (JAXA). Nell'ambito del loro studio, i ricercatori hanno utilizzato pesci zebra e medaka, pesci che vivono nelle risaie. I project manager hanno poi notato a diminuzione della densità ossea animali solo dieci giorni dopo il loro arrivo; un fenomeno ovviamente già osservato nell’uomo.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *