I quattro momenti chiave della 9a tappa del Tour de France vinta da Anthony Turgis



Attacca Remco Evenepoel, rilanciato ulteriormente da Tadej Pogacar. Il trio, con Jonas Vingegaard, si è isolato ed è tornato velocemente alla fuga, iniziata a più di 150 km dall’arrivo, e nella quale abbiamo già ritrovato Anthony Turgis, Jasper Stuyven ecc. Ma il trio non collabora e decide di rialzarsi.

Nuovo attacco ma questa volta di Pogacar, che scava una buca su Vingegaard e si ritrova con Christophe Laporte e Matteo Jorgenson al volante. Il francese prima, poi l’americano nel settore successivo, si alzano per riportare indietro il loro leader. Jorgenson e Vingegaard si ritrovano al volante di Pogacar. Tutti si alzano e Evenepoel e Roglic, in difficoltà nell’attacco alla Maglia Gialla, si uniscono a 17 km dal traguardo.

Pogacar ripete un attacco, rilanciato da Evenepoel. Lo sloveno accende un ultimo petardo, ma questa volta a correre è il vincitore uscente, Vingegaard.

Turgis ha vinto lo sprint in fuga, dopo che Stuyven ha attaccato a 11 miglia dalla linea. Il belga è stato ripreso poco dopo la fiamma rossa, Ben Healy ha provato il sorpasso a 750 metri dalla lunetta, senza risultato.

READ  La Maglia Gialla Richard Carapaz è caduta sulla salita del Galibier nella 4a tappa del Tour de France



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *