I record delle Negros Leagues, leghe dell'epoca della segregazione razziale, si aggiungono a quelli della MLB


Mercoledì la Major League Baseball (MLB), la potente lega di baseball degli Stati Uniti, ha preso una decisione storica. Quella di inserire nei propri registri quelli dei giocatori che hanno arbitrato nelle “Negros Leagues” tra il 1920 e il 1948. A quel tempo, negli USA vigeva la segregazione razziale e i giocatori neri, banditi dalla MLB, dovevano giocare nei propri campionati . Da esso emersero autentici campioni, diventati leggende del baseball: Jackie Robinson, Satchel Paige, Willie Mays, Hank Aaron ed Ernie Banks.

« È un segno di rispetto per i grandi giocatori che hanno giocato nelle leghe negre a causa di circostanze indipendenti dalla loro volontà e che, una volta cambiate quelle circostanze, hanno dimostrato di essere veramente giocatori della major league. “, ha dichiarato Rob Manfred, il “boss” della MLB.

La decisione presa dalla lega professionistica nordamericana modifica improvvisamente il palmares. Fino ad ora, il miglior battitore di tutta la sua carriera è stato il leggendario Ty Cobb, che ha giocato per i Detroit Tigers dal 1905 al 1926, con una media di successi del 36,7%. Ora è superato da Josh Gibson, che non ha mai giocato in MLB, ma ha segnato una media del 37,2% in 13 stagioni della Negro League.

READ  Il Leinster senza Keenan o Ringrose contro il Northampton in Coppa dei Campioni



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *