I Rouen Dragons vincono gara 3 e tornano in finale di Ligue Magnus



I Dragoni hanno messo le cose in chiaro. Dopo le due sconfitte interne, i Rouennais sono stati costretti a svegliarsi durante la terza partita contro i Boxers e lo hanno fatto. Dopo essersi subito portati in vantaggio, i Dragons vincono (6-3) e riducono il divario in questa finale (2-1 per il Bordeaux).

Fin dall'inizio dell'incontro, gli uomini di Fabrice Lhenry hanno dato il tono. Rouen ha messo pressione sul Bordeaux ed è stato premiato. Dopo una grande azione collettiva, Anthony Rech non ha tremato nell'uno contro uno di fronte a Quentin Papillon portare subito in vantaggio la sua squadra (1-0, 2'15).

Dopo una prima bagarre che ha mandato in panchina due giocatori, i Dragons hanno raddoppiato in una situazione simile al primo gol con il canadese Dylan Neo (2-0, 3'09). Poi il giovane Tommy Perret (20 anni), sorprendentemente solo davanti alla porta, ha accentuato il punteggio (3-0, 6'27).

Poco prima della fine del secondo periodo, Bastien Lemaître ha segnato con un tiro dalla linea blu per il 4-2 (38'44). All'inizio del terzo atto, Matija Pintaric (37 parate) ha vinto il suo duello contro Nikita Jevpalovs prima che Quentin Tomasino segnasse una doppietta (5-2, 45'41). I Boxers hanno segnato un ultimo gol grazie a Julius Valtonen (5-3, 55'11) prima che Tomasino triplicasse a porta vuota (6-3, 59'43) per sigillare il punteggio.

Il Rouen riduce così il divario al 2-1 in questa finale prima di gara 4, sempre al Mériadeck, mercoledì alle 20:30. Ricordiamo che l'anno scorso i Dragons persero le prime due partite della finale contro i Grenoble Brûleurs de loups prima di vincere la serie 4-2.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *