Il Biarritz sarà fissato lunedì per il mantenimento in Pro D2



Mercoledì mattina, i nuovi dirigenti del Biarritz Olympique, guidati da Shaun Hegarty, presidente del consiglio di sorveglianza, e Arnaud Dubois, uno dei principali protagonisti della questione, sono stati ascoltati dalla Rugby Regulatory Authority (ARR) per rassicurare i cittadini guardia di finanza che non è ancora convinto della fattibilità del progetto di rilevamento.

Dopo l'udienza, alla quale ha partecipato anche il sindaco di Biarritz, Maider Arosteguy, la decisione è stata messa in discussione fino a lunedì 10 giugno. « Abbiamo fatto tutto il possibile, possiamo solo sperare, ha affidato alla signora Arosteguy Sud-ovest. lla commissione disciplinare ha svolto il suo ruolo impegnativo, questo è normale. »

Gli acquirenti devono trovare quattro milioni di euro

Ricordiamo che, mentre la BO ha concluso la stagione della Pro D2 al quattordicesimo posto, lontano dalle sue ambizioni, gli acquirenti devono trovare un milione di euro per ricostituire una tesoreria deficitaria dopo la partenza dell'ex presidente Jean-Baptiste Aldigé e l'azionista di maggioranza Louis-Vincent Gave, senza contare i tre milioni indispensabili per lanciare la prossima stagione (per un budget totale stimato in nove milioni).

Un mese fa si sono fatti avanti diversi partner finanziari: il miliardario conservatore Pierre-Édouard Stérin, il giornalista Pierre Fraidenraich e Pierre Rondinaud, direttore di Horizon 7. Ma da allora, la mancanza di trasparenza e di garanzie finanziarie infastidisce l'ARR che deciderà quindi lunedì. Se mai venisse pronunciata una retrocessione al National, il Biarritz Olympique avrebbe ancora la possibilità di ricorrere in appello.

READ  Tim Merlier vince lo sprint della 3a tappa del Giro, Tadej Pogacar dà spettacolo



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *