Il Chelsea, vincitore a Brighton, supera il Newcastle, sconfitto dal Manchester United all'Old Trafford



Il Chelsea conclude con una palla di cannone una stagione che a lungo sembrava noiosa per i Blues, che erano al 12esimo posto il 10 dicembre, dopo una battuta d'arresto all'Everton. Ma da metà febbraio, gli uomini di Mauricio Pochettino hanno prodotto risultati costanti: vincendo questo mercoledì sera in casa del Brighton (2-1), nel finale della 34esima giornata di Premier League, hanno prolungato una serie molto favorevole durante la quale hanno solo ha perso una volta in 14 partite di campionato (una pesante sconfitta 0-5 subiti contro l'Arsenal all'Emirates, il 25 aprile).

Questa grande dinamica permette ai Blues di occupare ora il sesto posto, a scapito del Newcastle, che allo stesso tempo ha perso contro il Manchester United (2-3). Mentre domenica si giocherà la 38esima e ultima giornata della Premier League, il Chelsea, che ospiterà il Bournemouth, è ora in una posizione molto favorevole per qualificarsi per una Coppa dei Campioni. Questo non è il caso del Newcastle, che domenica si recherà a Brentford, soprattutto perché il suo avversario di giornata, il Manchester United, è tornato ai massimi livelli in classifica.

In attesa che si concluda la sorprendente stagione dei Blues, a Brighton hanno offerto una prestazione seria, ottenendo un meritato successo grazie ad un nuovo gol della loro pepita, Cole Palmer, questa volta di testa, il giovane inglese è riuscito così a realizzare un pallonetto Bart Verbruggen, su cross di Marc Cucurella (0-1, 34esimo). La seconda impresa del Chelsea è al 100% francese, Christopher Nkunku approfitta tranquillamente, da vicino, di un buon servizio di Malo Gusto (0-2, 64esimo). Alla fine della partita, i londinesi, indeboliti dall'evitabile espulsione di Reece James, per un brutto gesto (88esimo), hanno concesso un tiro sul palo di Simon Adingra (90+4esimo), poi hanno subito un gol in definitiva aneddotico di Danny Welbeck, ben aiutato da Joao Pedro (1-2, 90+7°).

READ  Mondiale: lista dei 25 azzurri con Bellemare e Da Costa, senza Texier

MU portata avanti dai suoi giovani

Allo stesso tempo, il Newcastle cadde all'Old Trafford. I Red Devils hanno vinto grazie ai risultati della loro giovane guardia, ovvero Kobbie Mainoo (19 anni), che ha approfittato del buon lavoro di Amad Diallo (21 anni) (1-0, 41esimo). Quest'ultimo ha poi ripreso in forze una palla spinta male (2-1, 57esimo). Poi Rasmus Hojlund (21') ha segnato con un cross (3-1, 84esimo), dopo un buon servizio di Bruno Fernandes, protagonista di tutti i tiri buoni questo mercoledì sera.

I gol dei Magpies sono stati segnati dall'inevitabile Anthony Gordon (1-1, 49esimo), su cross teso di Jacob Murphy, e Lewis Hall, con un netto tiro dalla sinistra, su calcio d'angolo respinto male (3-2, 90'). +4°). Anche il club mancuniano può ancora sognare l'Europa, sia attraverso il Championship (domenica andrà a Brighton) sia attraverso la FA Cup, di cui giocherà la finale il 25 maggio contro il Manchester City.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *