Il ciclismo africano protagonista della sesta tappa del Tour de France



Otto giovani corridori africani saranno invitati sulle strade del Tour de France, questo giovedì, Giornata Nazionale in Ruanda. Un simbolo in un Paese dove il prossimo anno si svolgeranno i Campionati del mondo di ciclismo su strada.

“Il Tour de France promuoverà il ciclismo africano in collaborazione con l’UCI” durante la 6a tappa che si svolge tra Mâcon e Digione, in occasione della  » Giorno della liberazione «  che segna la fine del genocidio in Ruanda nel 1994, hanno annunciato mercoledì gli organizzatori.

La direzione della Grande Boucle ha deciso quindi di invitare otto giovani, quattro uomini e quattro donne: tre ruandesi, un eritreo, un sudafricano, un tunisino, un egiziano e un namibiano.

I giovani corridori saranno accompagnati dall’etiope Tsgabu Grmay, ex professionista, che ha gareggiato in tre Tour de France tra il 2016 e il 2018. Samson Ndayishimiye, presidente della Federazione ciclistica ruandese, farà parte di una delegazione ruandese, presente ad una anno dei Mondiali, disputati nel settembre 2025 a Kigali.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *