il cocktail che ti mette a rischio di cancro


Nel 2021, i ricercatori hanno stabilito per la prima volta un collegamento diretto tra le particelle sottili di carbonio della fuliggine legate al traffico automobilistico con il rischio di cancro. Tuttavia, sembra che questo non sia l'unico elemento cancerogeno a cui sono esposti gli automobilisti e i loro passeggeri sulla strada. Infatti, un nuovo studio afferma che ogni volta che un conducente si mette al volante, tutti nella cabina inalano sostanze chimiche tossiche. Dannoso alla salute quanto l'odore di un'auto nuova cosa che molti apprezzano, tuttavia, ogni viaggio aumenta il rischio di sviluppare il cancro. Ecco le conclusioni di questo lavoro scientifico e i consigli per percorrere la strada in sicurezza.

Prodotti chimici nocivi nell'auto

Per questo studio pubblicato il 7 maggio 2024 in Scienze e tecnologie ambientalii ricercatori hanno studiato 101 auto elettriche, ibride o a combustione tradizionali e americane risalenti al periodo dal 2015 al 2022. Hanno poi notato che Il 99% di questi veicoli contiene TCIPPgià un composto ritardante di fiamma considerato un potenziale cancerogeno Negli USA. Hanno trovato anche altre tracce di componenti ritardanti di fiamma anch'essi considerati cancerogeni. Questo lavoro dimostra anche che le loro concentrazioni erano più elevata in estate che in inverno nell'abitacolole alte temperature favoriscono potenzialmente le emissioni chimiche della plastica e della schiuma dei sedili in cui troviamo questi ritardanti di fiamma, aggiunti ai rivestimenti a partire da una legge degli anni '70.

« Se consideriamo il fatto che gli automobilisti trascorrono in media un'ora nella loro auto, questo è a problema significativo di sanità pubblica », stima Rebecca Hoehn, una delle autrici dello studio e scienziata specializzata in tossicologia alla Duke University che ha firmato lo studio. “ Il nostro studio mostra che le automobili sono una fonte significativa di esposizione a queste sostanze chimiche e che coloro che vivono in climi più caldi, fanno spostamenti più lunghi o guidano per lavoro avranno esposizioni più elevate. IL anche i bambini sono particolarmente vulnerabiliperché sono ancora in fase di sviluppo e respirano più aria libbra per libbra rispetto agli adulti. », aggiunge lo scienziato.

READ  La Via Lattea orbita attorno a qualcosa?
negatività e stress durante la guida di un'auto alla guida di un veicolo ingorgo
Crediti: Prostock-Studio/iStock

Le sostanze chimiche evidenziate dallo studio: non solo cancerogene

Nel loro lavoro i ricercatori evidenziano diversi effetti dannosi legati all'esposizione ai ritardanti di fiamma utilizzati nelle automobili. “ La maggior parte dei ritardanti di fiamma sono associati a cancro, danni cerebrali, problemi di sviluppo e problemi riproduttivi », conclude lo studio.

Nel dettaglio, gli organofosfati (compreso il cancerogeno TCIPP fortemente implicato qui) lo avrebbero fatto notevoli effetti neurotossici (problemi di memoria, disturbi cognitivi e dello sviluppo neurologico, ecc.), disturbare il sistema endocrino (con squilibri ormonali e potenziali effetti sulla salute riproduttiva), ma potrebbe anche indurre problemi respiratori (tosse, respiro sibilante e mancanza di respiro) e irritazioni della pelle (dermatiti, prurito e arrossamento).

Come proteggersi quando si guida?

Gli effetti sulla salute dei composti ritardanti di fiamma possono dipendere da diversi fattori come i livelli di esposizione e la durata a cui si aggiungono altri parametri come la sensibilità individuale di ogni individuo o specifiche proprietà chimiche. Tuttavia, in tutti i casi possiamo ridurre l'esposizione a queste sostanze chimiche nello spazio separato dell'abitacolo.

Qui gli esperti raccomandano diverse misure a partire da parcheggiare all'ombra o proteggere il veicolo con una tendina parasole. Credono anche che sia necessario limitare l'uso dell'opzione di ricircolo dell'aria che rimette in circolo questi composti nell'abitacolo. Infine, se si guida con i finestrini aperti, ventilare il veicolo durante la guida ti espone anche ad altre particelle fini potenzialmente pericoloseniente ti impedisce di farlo aprire le porte e/o i finestrini della propria auto per aerarla prima di entrarvi.

sedili posteriori per auto all'interno di un veicolo
Crediti: Dimarik/iStock

Vie per il futuro

Questo studio sottolinea il fatto che i composti ritardanti di fiamma qui utilizzati non forniscono nessun reale beneficio e mettere in discussione standard datati. Come spiega Lydia Jahl, partecipante allo studio e ricercatrice senior presso il Green Science Policy Institute: “ Ciò che rende tutto ciò particolarmente preoccupante è che non solo i ritardanti di fiamma sono dannosi, ma lo standard di infiammabilità che motiva il loro utilizzo nelle automobili è obsoleto e probabilmente inefficace. In altre parole, esistono rischi noti per la salute a fronte di benefici in termini di sicurezza antincendio potenzialmente inesistenti « . Gli scienziati chiedono quindi ulteriori ricerche trovare materiali più sicuri e adattare gli standard per gli interni delle automobili.

READ  Gli insetti sono più attivi di giorno o di notte?

Questa è anche l’opinione che Patrick Morrison, direttore del settore Salute, Sicurezza e Medicina dell’Associazione Internazionale dei Vigili del Fuoco, sembra condividere: “ I vigili del fuoco temono che questi componenti ritardanti di fiamma possano contribuire ad aumentare il rischio di cancro. Riempire le auto con sostanze chimiche nocive ne ha solo uno limitato effetto preventivo sugli incendi nella maggior parte dei casi e invece il le fiamme producono più fumo e sono più tossiche per le vittime e soprattutto per i primi soccorritori sul posto. »

E come conclude Lydia Jahl: “ Ciò che sarebbe necessario prima sarebbe ridurre la quantità di ritardanti di fiamma aggiunti alle automobili. Andare al lavoro non dovrebbe comportare il rischio di cancro e i bambini non dovrebbero respirare sostanze chimiche che danneggiano il loro cervello mentre vanno a scuola. »





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *