Il comunicato stampa dei Blues sul tema delle elezioni legislative slitta



“Penso che faremo qualcosa molto presto. » Domenica, alla vigilia dell’entrata in lizza dei Blues contro l’Austria, Kylian Mbappé, a margine del suo intervento pubblico e del suo annunciato rifiuto degli « estremi », ha annunciato l’imminenza di un’azione comune dei Blues. Da allora non è emersa alcuna azione o testo.

Il che mette necessariamente in discussione la “fattibilità” di questo progetto. Nei giorni scorsi intorno ai giocatori della Francia si parlava di una forma di “stand-by”. Innanzitutto perché il promotore di questo progetto, Kylian Mbappé, si trova a dover affrontare un’altra notizia scottante con il naso rotto. Poi perché in seno al Blues sono emerse diverse sensibilità.

Discussioni “bloccate”.

Come nei giorni scorsi gli interventi di Marcus Thuram, Kylian Mbappé e Adrien Rabiot, che se ha chiamato “votare”non voleva che fosse l’Euro dei Blues “troppo parassitato da queste storie”. La posizione della FFF che, tramite il suo presidente Philippe Diallo, ha chiamato a raccolta i giocatori “Preservare il DNA della squadra francese e della FFF che è unità” e rifiutò ogni forma “strumentalizzazione” della squadra francese, ha potuto giocare?



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *