Il Manchester City fa causa alla Premier League per “discriminazione” commerciale


Il Manchester City, acquistato nel 2008 da un fondo d'investimento degli Emirati, ha attaccato la Premier League e il suo regolamento sui contratti di sponsorizzazione denunciando un possibile «discriminazione»ha affermato martedì il quotidiano inglese I tempi.

Lo scorso febbraio, la Premier League ha inasprito le norme che regolano gli accordi di partnership commerciale conclusi con società legate ai proprietari dei club, o Associated Party Transactions (APT). Contrariamente alla maggior parte dei club, il City sostiene che le regole dell'APT sono illegali e chiede il risarcimento dei danni per mancato guadagno, si legge nell'articolo in questione. In un documento legale di 165 pagine, di cui il quotidiano ha ottenuto copia, il club mancuniano accusa le squadre rivali di “discriminazione contro i proprietari del Golfo” ed evoca un “ tirannia della maggioranzacon l'obiettivo di soffocare il suo successo sportivo.

Da dieci a dodici club hanno dato il loro sostegno alla Premier League

L'ascesa di Cittadini, quattro volte campione d'Inghilterra in carica, è stato reso possibile dal massiccio sostegno finanziario di Etihad Airways, compagnia aerea degli Emirati con sede ad Abu Dhabi e il cui nome appare sulla maglia oltre ad essere attaccata allo stadio. Le regole dell’APT sono progettate per mantenere competitiva la Premier League, richiedendo ai club di dimostrare che gli accordi commerciali rappresentano un giusto valore di mercato.

READ  Il Nantes domina Braila ai rigori e finisce 3° in Europa League

Il Manchester City, di proprietà di Sheikh Mansour bin Zayed Al-Nahyan, non ha alcuna possibilità di vederli riformati, il che spiega la sua azione legale. Per cambiare il regolamento del campionato inglese servirebbe infatti il ​​sostegno di almeno 14 club su 20, ovvero i due terzi degli elettori. Tuttavia, secondo il Voltetra dieci e dodici club si sono fatti avanti per iscritto per difendere la Premier League in questa controversia, che sarà risolta dopo una procedura arbitrale di due settimane a partire da lunedì.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *