Il Parigi spegne l'Asvel al traguardo e giocherà la sua prima finale Betclic Elite



La folle stagione del Paris Basket si estenderà per almeno altre tre partite. Il club della Capitale lo decora con un nuovo primato storico. Dopo aver vinto la Leaders Cup e l'Eurocup, ed essere stato invitato ai suoi primi play-off del Campionato francese, è ora un contendente senza precedenti all'incoronazione finale, che disputerà contro il Monaco, grazie al successo (98- 92) acquisito domenica contro l'Asvel dopo una finale pazzesca.

Non dobbiamo arrivare tardi a Porte de la Chapelle per non rischiare di perdere il primo spettacolo pirotecnico offensivo. Le decine di spettatori che hanno riempito gli ultimi posti dell'Adidas Arena – esauriti – durante tutto il primo quarto hanno dovuto mordersi le dita per perdersi questi tre minuti emozionanti lanciati dal duello a tre punti tra Paris Lee e Mikael Jantunen. Avec Nando De Colo à la baguette (13 pts, 3 passes), l'Asvel prenait la tête 11-9 en affichant un 100 % au tir quand les Parisiens, emmenés par un TJ Shorts déjà bouillant, n'en loupaient qu'un piccolo.

TJ Shorts e Hifi, essenziali

È proprio andando sulla linea di tiro che i locali hanno riassorbito il loro deficit e hanno avuto la meglio nel primo atto (30-24), prima che le difese e la ruvidità dei contatti aumentassero di un livello. Privato di Youssoupha Fall e dei suoi 2,21 m, presi per la terza volta dalla pattuglia al 14', l'Asvel è rimasto in partita all'intervallo (50-43). A poco a poco, grazie ad una bella sequenza avviata da Fall in the paint – prima di uscire di nuovo a causa di un 4° fallo -, al suo esterno innesca Edwin Jackson (13 punti, 2/2 a 3 punti) in vantaggio e con il I colpi da imbroglione di Nando De Colo, la cui creatività era stata così carente, i Villeurbannais, che erano fino a 13 punti di distacco, si sono offerti di una fine di partita irrespirabile.

READ  Il Biarritz mette a segno un duro colpo contro l'Agen in Pro D2

Il tipo di finale che abbiamo preso l'abitudine di gestire in questa stagione TJ Shorts (28 punti, 9 assist) e Nadir Hifi (24 punti, 5/9 a 3 punti) dalla squadra parigina. La soluzione, che ha gettato l'Arena in un'atmosfera estatica, non poteva che arrivare da loro. Non c'era carenza di questo. Un tiro in sospensione e un tiro riuscito per il primo, un nuovo premio di tre punti per il secondo a 13 secondi dalla fine e l'affare è fatto.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *