Il Real Madrid festeggia il suo 36esimo scudetto, guardando già al futuro



I giocatori e lo staff del Real Madrid hanno festeggiato domenica il loro 36esimo titolo spagnolo con diverse migliaia di tifosi, guardando già al futuro: la finale di Champions League contro il Dortmund e il possibile arrivo di Kylian Mbappé. Già certi di essere incoronati nella Liga dallo scorso fine settimana, al termine di una stagione eccezionalmente solida, i madrileni, guidati dal capitano Nacho, hanno brandito il trofeo davanti ai loro tifosi dopo una parata di autobus nel centro della capitale spagnola .

“È un orgoglio e un piacere essere qui davanti a voi. Questo è un giorno davvero speciale per celebrare questa incredibile stagione. Il vostro sostegno è stato fondamentale per permetterci di vincere questo 36° titolo! È un giorno magico, Hala Madrid! « , ha detto al pubblico il difensore 34enne. Anche il centrocampista croato Luka Modric ha preso il microfono per promettere ai suoi tifosi che i loro eroi sarebbero tornati qui. dopo il 1° giugno»data della finale di Champions League, per festeggiare un quindicesimo C1.

“Mbappé, Mbappé, Mbappé”

Come vuole la tradizione, Nacho ha poi legato una sciarpa e una bandiera con i colori di Madrid attorno alla statua della dea greca Cibele e l'ha baciata sulla guancia sotto una pioggia di coriandoli. Tra le migliaia di persone radunate dietro le transenne, è stato possibile vedere un bambino con la maglia del Real decorata con Mbappé, così come un altro tifoso con in mano una sciarpa con il volto ricamato della stella del calcio francese. fortemente atteso a Madrid dopo l'ufficializzazione della sua partenza dal PSG.

READ  Paul Argney (Le Havre) firmerà da professionista

Poco prima, il futuro attaccante dei Blues è stato invitato alla cerimonia di protocollo presso il municipio di Madrid, dove il sindaco José Luis Martinez-Almeria ha provocato qualche risata in una sequenza ampiamente ripresa dai media spagnoli. “ Voglio ringraziare per tutto il lavoro sportivo fatto il presidente Florentino Perez, il nuovo Santiago Bernabéu… e poi ho sentito dirgli dai bambini qui “Mbappé, Mbappé, Mbappé” e i bambini dicono sempre la verità »dichiarò con un sorriso.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *