Il riscaldamento globale accelera il deterioramento dei ponti


L'accentuazione di episodi di caldo intenso e le forti precipitazioni non si sposano bene con l'integrità strutturale dei ponti. Secondo uno studio pubblicato circa dieci anni fa, il riscaldamento globale potrebbe accelerare l’invecchiamento dei ponti e quindi il loro previsto crollo.

Una durata di vita ridotta a quindici anni

Sapevi che i ponti sono stati progettati per durare almeno un secolo ? Questa informazione proviene da a Rapporto del Senato risalente al 2019, presentato dalla Commissione per la Pianificazione Regionale e lo Sviluppo Sostenibile. D’altro canto va preso in considerazione un dettaglio molto importante: questa durata di vita riguarda solo i ponti la cui costruzione risale almeno ai primi anni 2000 e quelli che soddisfano gli standard dell'Unione Europea.

In altre parole, una parte dei ponti francesi sono oggi minacciati. Va detto che un quarto di questo tipo di strutture nella regione è stato costruito negli anni '50 e '60. Tuttavia, questi ponti stanno già raggiungendo la fine della loro vita utile. sparire ancora più velocemente del previsto a causa dell’aumento del riscaldamento globale.

Nel 2013, uno studio condotto dall'Università di Nantes-Ecole Centrale Nantes e pubblicato sulla rivista Strutture ingegneristiche era interessato all'argomento. Secondo gli autori, si prevede che il riscaldamento globale accelererà di quasi un terzo (31%) il tempo necessario affinché le strutture dei ponti vengano danneggiate e quindi ridurre la loro durata di vita di quindici anni.

ponte
Crediti: Vedat Senturk / iStock

Lo Stato deve agire rapidamente

Se il deterioramento dei materiali è evidente a fenomeno naturale ed inevitabilefenomeni meteorologici estremi come caldo estremo, siccità e le piogge torrenziali accentuare alcuni meccanismi come l’erosione. Ad esempio, ciò potrebbe causare a ritiro dei materiali in seguito alla perdita dell'acqua che li compone, che rischia poi di provocare la comparsa di fessurazioni di ogni genere o addirittura la rottura dei giunti di dilatazione.

READ  In definitiva, le regole permetterebbero alle donne di avere più successo

In Francia, niente meno che 15% dei ponti stradali su un totale di 200.000-250.000 sarebbero in cattive condizioni strutturali. Nel 2024 la Federazione Nazionale dei Lavori Pubblici (FNTP) ha lanciato la piattaforma Infraclima, disponibile gratuitamente sul Web. L'obiettivo? Permettere agli internauti, ma soprattutto agli eletti e alle comunità francesi, di visualizzare l’impatto dei cambiamenti climatici sulle infrastrutture. Il minimo che possiamo dire è che i risultati forniti da questa piattaforma sono preoccupanti.

Ad esempio, almeno 2.550 ponti francesi sono oggi esposti alle conseguenze della siccità. Entro il 2100, se non verranno prese misure, lo Stato dovrà sbloccare circa 260 miliardi di euro per contrastare gli effetti del riscaldamento globale sui ponti. Inizialmente, le autorità dovrebbero organizzare visite ispettive specializzate prima, se necessario, di attuare le azioni. ristrutturazione e manutenzione infrastrutture.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *