Il sangue di Atmane, l'allenatore di Tsitsipas… le sanzioni cadono al Roland-Garros



Un torneo del Grande Slam non è mai un percorso tranquillo, sia per problemi di programmazione, problemi meteorologici o comportamento in campo. Quest'anno, a due giorni dalla fine del Roland-Garros, gli organizzatori hanno già imposto numerose sanzioni a chi non è riuscito a restare in pista. E se le donne si sono comportate particolarmente bene, con solo tre giocatori multati, per un totale di 9.250 euro, si è arrivati, alla fine dei quarti, già a 91.500 euro di multe per quanto riguarda gli uomini.

Tra i più notevoli ci sono i 23.000 euro di Terence Atmane, conseguenza di il suo gesto di rabbia durante la sconfitta al primo turno contro Sebastian Ofner (3-6, 4-6, 7-6 (2), 6-2, 7-5), quando aveva colpito una palla molto forte, subito dopo aver perso il punto, e il proiettile aveva attraversato tutto il 12 corto fino a colpire il ginocchio di uno spettatore. Sanzionato semplicemente con un ammonimento sul posto, ha dovuto quindi destinare buona parte del suo premio in denaro (73.000 euro) al pagamento di questa multa.

Si tratta quasi della stessa cifra, in totale, che dovrà pagare la famiglia Tsitsipas. Ma né Stefanos né suo fratello Petros (con cui ha raggiunto i quarti di finale di doppio) hanno nulla da rimproverare nella vicenda. Sono stati ancora una volta vittime degli eccessi dei genitori e sono stati puniti tre volte per “allenamento”: 4.600 euro nel 2° turno del doppio, 9.200 euro nel 3° e anche 7.400 euro nei quarti di finale del fratello maggiore contro Carlos Alcaraz nel singolare (sconfitta 6-3, 7-6 (3), 6-4).

READ  Nicolas Tournat torna al Nantes, Théo Monar e Jorge Maqueda al Kielce

La cosa più divertente è che l'allenamento è ancora consentito, anche in questa stagione, in via sperimentale. Ma alcuni limiti non possono essere superati, come parlare troppo a lungo, parlare al tuo giocatore quando non è dalla tua stessa parte o parlare da una posizione non autorizzata. Avendo i fratelli intascato 495.000 euro con il loro viaggio parigino, la sanzione non farà più male.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *