Il telescopio più grande del mondo raggiunge un'importante pietra miliare nella costruzione


La costruzione del Telescopio Gigante Europeo (TGE) ha raggiunto un altro importante traguardo con il completamento dello scheletro in acciaio della sua cupola. Questo ambizioso progetto, guidato dall'Osservatorio Europeo Australe (ESO), promette di rivoluzionare l'astronomia offrendo capacità di osservazione senza precedenti.

Un mostro si sta preparando

IL gigantesco telescopio europeo, comunemente chiamato in inglese Extremely Large Telescope, sarà il più grande telescopio al mondo dedicato all'osservazione della luce visibile e infrarossa. In fase di sviluppo sul monte Cerro Armazones, situato nel deserto di Atacama in Cile, è progettato per catturare immagini con una precisione senza precedenti, superando di gran lunga le capacità degli attuali telescopi.

Progettato per essere funzionale entro il 2028questo telescopio dovrebbe consentire importanti scoperte nel campo dell'astronomia e della cosmologia.

Grazie al suo immenso specchio principale di 39 metri di diametro, l'osservatorio sarà infatti in grado di scrutare i confini dell'universo visibile, di rilevare esopianeti simili alla Terra, per studiare le prime galassie formatesi dopo il Big Bang e per analizzare la natura della materia oscura e dell'energia oscura.

Le sue capacità di osservazione nell'infrarosso consentiranno inoltre di studiare la formazione delle stelle e dei sistemi planetari con un dettaglio senza precedenti.

Avanzamento della costruzione

Uno dei passi recenti e cruciali nella costruzione del TGE è il completamento dello scheletro in acciaio della sua cupola. La struttura, che misura 80 metri di altezza e 88 metri di larghezza, è ora dotato di pannelli blu scuro. Questi serviranno da copertura protettiva. Includono più strati di isolamento termico e un foglio esterno in alluminio per proteggere il telescopio dalle condizioni estreme del deserto di Atacama.

READ  il nuovo pianeta extrasolare che interroga gli astronomi

Il design della cupola del TGE gioca un ruolo cruciale nel mantenere le condizioni ottimali per l'osservazione. La struttura è dotata di un'ampia feritoia di osservazione che si aprirà di notte per consentire al telescopio di scrutare il cielo. Durante il giorno la cupola rimane chiusa e un sistema di climatizzazione mantiene l'aria all'interno alla stessa temperatura dell'esterno, riducendo al minimo le turbolenze che potrebbero offuscare le immagini catturate dal telescopio.

L'ESO a condivisione il 3 aprile una suggestiva foto notturna scattata all'interno della cupola. Lei mostra i progressi della costruzione con il cuore della Via Lattea sullo sfondo illuminato da stelle luminose.

La recente foto dell'ESO mostra anche una fondazione centrale in cemento, chiamata struttura azimutale, essenziale per la stabilità del telescopio. Proteggerà il TGE dalle vibrazioni provenienti dal suolo, garantendo così condizioni di osservazione stabili e precise. La struttura azimutale preserverà inoltre il telescopio e i suoi strumenti scientifici per molti anni di esplorazione cosmica a venire.

gigantesco telescopio europeo
Crediti: B. Häußler/ESO

Il TGE opererà principalmente di notte, sfruttando le sue capacità avanzate per esplorare i misteri dell'universo. Gli astronomi sperano che questo gigantesco telescopio faccia scoperte rivoluzionarie che rivoluzioneranno la nostra comprensione del cosmo.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *