In difficoltà finanziarie, i Melbourne Rebels esclusi dal Super Rugby


Dopo lunghi mesi di incertezza, i Melbourne Rebels scompariranno presto dal panorama del Super Rugby. La Federazione australiana (Rugby Australia) giovedì ha rifiutato l'offerta di un consorzio di rilevare i Melbourne Rebels, pieni di debiti, e ha posto fine alle attività del club dopo quattordici stagioni di Super Rugby.

La franchigia australiana è entrata volontariamente in amministrazione controllata a gennaio e doveva quasi 23 milioni di dollari australiani (circa 14 milioni di euro), gran parte dei quali alle autorità fiscali australiane.

Rugby Australia aveva riacquistato la licenza della squadra e pagato gli stipendi per la stagione 2024, prima che un consorzio guidato dall'ex presidente della compagnia aerea Qantas Leigh Clifford proponesse un piano di salvataggio. Ma per Rugby Australia, la candidatura “non ha dimostrato una sufficiente solidità finanziaria” e c'erano “dubbi significativi” sul modello di finanziamento.

“Fin dal loro primo anno di esistenza nel 2011, i Melbourne Rebels non sono stati finanziariamente sostenibili nonostante i significativi investimenti aggiuntivi da parte di Rugby Australia, oltre alle sovvenzioni sostenute dal clubprosegue la Federazione in un comunicato. Niente nella proposta del consorzio dimostra con sufficiente certezza che la situazione cambierà. »

“Anche se questo è senza dubbio un giorno triste per i Melbourne Rebels, la chiarezza che questa decisione porta ai nostri giocatori e allo staff è benvenuta”, ha dichiarato il club. Il leader del consorzio, il signor Clifford, ha descritto l'esclusione dei ribelli come « schiaffo » per gli appassionati di rugby nello stato di Victoria e ha minacciato azioni legali contro la Federazione australiana.

Nel 2025, l'Australia avrà solo quattro squadre nel Super Rugby: i Brumbies, i Reds, la Western Force e i Waratahs. La Nuova Zelanda ne ha cinque, con in competizione anche due squadre del Pacifico. Una manciata di nazionali australiani giocano per i ribelli, tra cui Taniela Tupou, Rob Leota, Carter Gordon, Lukhan Salakaia-Loto e Andrew Kellaway. Che dovrà quindi, come tutta la rosa e lo staff, trovare un nuovo club nelle prossime settimane.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *