“In the zone” con Arnaud Assoumani: “Ciò che ascolto, riesco a riprodurlo”



Se rinunciasse a essere portabandiera durante i Giochi Paralimpici del 2024, sarà infatti uno dei volti principali della delegazione francese alla fine dell’estate (28 agosto-8 settembre). Campione paralimpico nel 2008 nel salto in lungo, Arnaud Assoumani ha accompagnato la sua carriera con altre passioni « per creare me stesso. È sia curiosità, ma anche avere un equilibrio. Ho sempre desiderato capire gli artisti. Come lo fanno? »

Per lui lo sport resta un mezzo « espressione incredibile in termini di educazione, connessione sociale, ispirazione, ma la cultura è mostruosa! La musica, ad esempio, fa parte della mia vita. »

I prossimi episodi di Nella zona a venire: Florian Grengbo (ciclismo su pista) e Timothée Adolphe (para-atletica).



Source link

READ  Vittima di un incidente domestico, Katie Archibald è fuori dalle Olimpiadi del 2024

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *