“In the zone” con Marine Boyer: “È la musica che mi motiva per la competizione”



Specialista del fascio mentre “ adorare la terra », Marine Boyer racconta di vivere la ginnastica artistica attraverso la musica: “ Sia durante la preparazione che durante la gara. Ho imparato a ballare bene così. Nella ginnastica è importante dimostrare di avere altri modi di esprimersi. Il lato artistico è essenziale. » Il suo sport, coreografato, potrebbe portarlo a lavorare su Aya Nakamura o Jul, ma» bisognerebbe chiedere autorizzazioni! ».

I prossimi episodi di Nella zona a venire: Arnaud Assoumani (para-atletica), Florian Grengbo (ciclismo su pista) e Timothée Adolphe (para-atletica).



Source link

READ  Pegula, Berrettini, Halep... Chi sarà assente al Roland-Garros 2024?

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *