Issam Asinga è stato sospeso per quattro anni per doping e privato dei titoli e dei record junior dei 100 metri



Autore del record mondiale juniores dei 100 metri a fine luglio, in 9''89; lo era stato il surinamese Issam Asinga temporaneamente sospeso lo scorso agosto dall'Atletica Integrity Unit (AIU) per l'utilizzo di un prodotto vietato, GW1516.

L'UIA, che ha emesso il verdetto lunedì, ha ritenuto che il velocista 19enne aveva violato le norme antidoping e ha deciso di sospenderlo per quattro anni. Issam Asinga è stato anche privato dei suoi due titoli di campionato sudamericano e del record mondiale junior dei 100 metri. “Asinga sarà squalificato per tutti i suoi risultati agonistici dal 18 luglio 2023 e dovrà rinunciare a tutti i suoi titoli e premi”ha sottolineato l'AIU.

La IAU ha anche affermato che Asinga « non è riuscito a stabilire che le gomme di recupero fossero la fonte dei metaboliti GW1516 rilevati nel campione del 18 luglio 2023. »

GW1516 è una molecola sviluppata per la sua capacità di migliorare la resistenza e bruciare i grassi, ma i primi esperimenti sugli animali hanno rivelato pericoli per la salute, compreso il rischio di cancro. Le organizzazioni antidoping hanno avvertito gli atleti di non usarlo per motivi di sicurezza.

READ  Luka Doncic (Dallas Mavericks): “Non devo trovare scuse”



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *