Jean Glavany: “André Boniface era un professionista prima del suo tempo”



Jean Glavany (ex ministro dell'Agricoltura dal 1998 al 2002, eletto dagli Alti Pirenei): “Come Jean Prat, che ho conosciuto tramite André, erano professionisti prima del loro tempo. André si allenava tutti i giorni, tutti i giorni, tutti i giorni… Non c'era la sala pesi ma andava a correre, faceva flessioni, addominali, 1.000-1.500 addominali al giorno, ecc. Era un atleta affermato. L'ho visto a braccio di ferro pilastri pur essendo fine ed elegante.

Quando abbiamo detto ad André che era l'inventore del French Flair o dell'overflow framing, ha risposto « No, è Jean Dauger ». Aveva un'ammirazione sconfinata per Jean Dauger. Più volte mi ha detto che lo Stade Montois era sicuramente il club della sua vita e del suo cuore, ma se avesse dovuto giocare altrove, avrebbe voluto che fosse a Bayonne al fianco di Jean Dauger. Era l'idolo della sua giovinezza. Come lo era quello della mia giovinezza. Ho visto i fratelli Boniface nella squadra francese di Colombes.

« Amava il gioco. A volte era insoddisfatto dell'evoluzione del gioco, quando il rugby si riduceva a ruck, pile come diceva lui »

Ma appena giocava una squadra come gli All Blacks, che sono sempre stati i suoi idoli, o lo Stade Toulousain di cui apprezzava lo stile, si emozionava, gli piaceva. Lo so ieri (Domenica), stranamente stava un po' meglio. E l'ultima cosa che ha fatto nella sua vita è stato guardare il Toulouse-Racing, un gran finale per lui. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *