Jiri Lehecka, vincitore di Rafael Nadal a Madrid: « Cercavo di immaginare che mi incoraggiassero »



“Come ti senti dopo avendo battuto (7-5, 6-4) Rafael Nadal agli ottavi del Masters 1000 di Madrid?
È stata una partita difficile quella di oggi (martedì). Non so davvero cosa dire. Per me è un sogno diventato realtà condividere questo tipo di campo con Rafa, sulla terra battuta spagnola. Se parlo della partita, non è stata facile. Sapete, Rafa ha dimostrato questa settimana di avere di nuovo il livello per competere nel Masters 1000. Da quello che abbiamo visto contro (Alex) De Minaur all'inizio di questa settimana e in altri momenti delle sue partite, ha dimostrato di essere in grado di produrre un buon tennis . Ma ovviamente ho provato a concentrarmi su me stesso, a fare il mio gioco, a concentrarmi sulle cose che voglio fare. Tutto andò bene.

Ti sei allenato con Nadal la scorsa settimana. Pensi che sia migliorato molto negli ultimi giorni in termini di movimenti e di tennis?
Sì, senza dubbio il livello era totalmente diverso da quello che avevamo prodotto in allenamento. Entrambi abbiamo giocato molto meglio. Quando mi sono allenato con Rafa qualche giorno fa, era la nostra prima volta in campo. Avremmo dovuto allenarci un paio di volte l'anno scorso, ma sfortunatamente non ha potuto a causa di problemi di salute, il che è del tutto comprensibile.

“Dubito che un giorno potrò rivivere questo tipo di esperienza”

Come ti sei preparato per entrare in uno stadio enorme dove quasi tutti tifano per il tuo avversario? Cosa hai fatto durante la partita per concentrarti su te stesso?
Non penso che ci sia davvero un modo per prepararsi. Il momento nell'ultima partita in cui c'erano 13.000 persone che gridavano « Rafa, Rafa », facendo il tifo per lui quasi tutto il tempo, è qualcosa che non ho mai vissuto in vita mia. Dubito che un giorno potrò rivivere un'esperienza del genere. Era molto importante concentrarmi su me stesso. Ho provato a immaginarli che mi incoraggiavano. Era l’unico modo per affrontarlo e mantenere la calma.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *