Jonathan Danty, prima di La Rochelle-Racing: “Sarà un multiplex interessante”



“Quanto sei stato frustrato questo finale della partita contro il Tolosa (31-31)chi ti è costato la vittoria?
Il contesto della partita significa che possiamo avere dei rimpianti, non siamo riusciti a chiudere la partita quando ne abbiamo avuto l'occasione. Collettivamente abbiamo gestito male il finale della partita. Abbiamo commesso tre errori nella stessa azione, contro il Tolosa, e questo ovviamente porta alla meta. Abbiamo molta responsabilità per questo pareggio che possiamo considerare per noi come una sconfitta per la cifra in palio. Quest'ultima partita della stagione regolare (contro il Racing) potevamo giocarla più tranquilli e già qualificati.

Hai concluso l'incontro prendendoti una botta sul naso…
Sono abituato. È vero che ultimamente mi è venuto in mente qualche volta, è sempre piuttosto speciale. Se qualche mese fa hai subito una commozione cerebrale, il minimo shock può farti venire subito le vertigini. Ma questi sono fatti della partita. E in questo caso l'arbitro ha ritenuto che non ci fosse colpa. Il giorno successivo, durante il viaggio in autobus, avevo il collo un po’ teso. Ma è così, non controlliamo tutto.

Nella partita c'erano ancora progressi contro il Tolosa. È rassicurante prima della partita decisiva contro il Racing?
Ci siamo resi conto che i nostri standard sono a questo livello di impegno e di gioco. Sono state pochissime le partite in questa stagione in cui siamo riusciti a giocare a questo livello. Nonostante tutto dovremo accelerare velocemente perché la fase finale è questo fine settimana contro il Racing. E potrebbe continuare anche dopo. Ci aspetta un gran finale di stagione.

READ  In difficoltà finanziarie, i Melbourne Rebels esclusi dal Super Rugby

Hai ritrovato il piacere?
Sì, perché quando siamo coinvolti al 100%, quando facciamo le scelte giuste, resta il nostro livello. È successo molto raramente in questa stagione, ora deve succedere ogni fine settimana. Da qualche settimana stiamo facendo progressi, è vero che per qualche mese abbiamo avuto difficoltà ad accelerare. Ci sono state diverse partite che abbiamo perso per pochi punti e questo significa che oggi siamo costretti a lottare all'ultima giornata. Sarà un multiplex interessante (sorride) ma per noi queste non sono le partite più piacevoli a cui prepararsi.

Personalmente, hai avuto degli alti e bassi in questa stagione, probabilmente più bassi che alti. Come ti senti adesso?
Eccitato ! Ma sì, in effetti, ho avuto una stagione abbastanza difficile, non credo di averla vissuta negli ultimi anni. Mentalmente è difficile, ma ho anche la fortuna di avere una forte concorrenza, mi costringe a lavorare di più, a mettermi in discussione. Questo è anche uno dei motivi per cui sono venuto qui. Mi permette di mantenere standard elevati e continuare a lavorare per giocare.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *