Joseph Oughourlian, presidente di RC Lens: “Ritorno al rigore di bilancio”



Questo lunedì mattina Joseph Oughourlian, presidente di RC Lens e azionista di maggioranza del club artesiano, è venuto a spiegare le sue recenti decisioni nette, come la partenza di Arnaud Pouille. Ha deplorato, secondo lui, “mancanza di intelligenza sportiva” Per più di un anno. E ha presentato il “fase due” del suo progetto sportivo accompagnato dal suo nuovo direttore generale, Pierre Dréossi, seduto alla sua destra alla scrivania. Uno spostamento sostenuto da numerose svendite estive (111 milioni di euro previsti) e dalla riduzione delle buste paga. Pur mantenendo l’ambizione di esserlo “Europeo ogni stagione. »

La partenza di Arnaud Pouille

“Vorrei rendere omaggio al lavoro di Arnaud Pouille (ex-DG licenziato sabato) con il quale abbiamo deciso di separarci. Non ho bisogno di lodarlo, te (la stampa) l'ha fatto per me. È ben meritato. Negli ultimi diciotto mesi abbiamo avuto diversi disaccordi con Arnaud, soprattutto sul piano sportivo.

La validità di alcuni investimenti e lo spostamento dei salari non corrispondono né a ciò che Lens può fare finanziariamente né ai nostri valori. Pierre Dreossi (i primi contatti risalgono a quest'inverno) Unisciti a noi (come DG). Deve riportarci verso un maggiore rigore finanziario e aiutarci a ritrovare l'intelligenza sportiva che abbiamo perso dalla partenza di Florent Ghisolfi (ottobre 2022). »

La promozione di Benjamin Parrot a vicedirettore generale

“La gestione amministrativa, comunicativa, finanziaria, operativa e legale sta andando molto bene. Le nostre strutture sono robuste. Vorrei rendere omaggio ad Arnaud Pouille su questo punto. Con Pietro (Dreossi), l'organizzazione sportiva sarà ora disponibile in compagnia di Diego Lopez Gomez come responsabile del reclutamento e Jean-Louis Leca, coordinatore sportivo. Beniamino Pappagallo (ex direttore del marchio) viene promosso vicedirettore generale. Jean-Louis Leca sarà il collegamento tra lo spogliatoio e il centro di allenamento. Ci saranno pochi decisori. Spero in un ritorno alla stabilità. »

“Non ho cercato di trattenerlo volontariamente o con la forza. Quando un allenatore vuole lasciare un club non c’è molto che puoi fare”.

Joseph Oughourlian, su Franck Haise

Il ruolo di direttore generale che gli era stato lasciato (a gennaio) lo aveva esaurito. Non ho cercato di trattenerlo volontariamente o con la forza. Quando un allenatore vuole lasciare un club non c’è molto da fare. Ho trovato un accordo il più velocemente possibile con il Nizza. Non avevo alcun interesse a farlo aspettare se non per mettermi in mostra sui media. Avevamo molti candidati. Il club rimane attraente. Oggi non abbiamo ancora trovato la persona giusta. Abbiamo pagato caro le nostre decisioni sportive affrettate negli ultimi diciotto mesi. Lì ci prendiamo il nostro tempo. »

La situazione finanziaria

“Il problema con il nostro libro paga è che non diminuirà alla stessa velocità del nostro reddito. Questi sono emersi molto la scorsa stagione. Non abbiamo messo da parte ciò che avrei voluto. È un peccato. Nel 2024-2025 non avremo un terzo pagamento CVC. Quali saranno i diritti televisivi? Vedremo se riusciremo a fare qualche buona vendita di giocatori. Non so se saremo in grado di renderli altrettanto redditizi (rispetto a Fofana e Openda la scorsa stagione). »

Iso che non verranno

“L’Isos non verrà. Non hanno raccolto i soldi per la transazione. Il club ha commesso un grave errore di comunicazione annunciando un nuovo azionista quando eravamo molto lontani dalla conclusione della trattativa. Non era il modo migliore per negoziare in seguito. Il mio ruolo resta anche quello di trovare fondi per il club. Sono in questa ricerca costante, come abbiamo visto con Side Invest. »

L'arrivo di Diego Lopez

“Non ho un rapporto speciale con Diego Lopez. L'ho incontrato per caso, a Londra credo, sette anni fa mentre era ancora al LOSC (Direttore sportivo del Mouscron). Arnaud Pouille era allora alla ricerca di un direttore sportivo e di un responsabile del reclutamento. L'ho trovato dinamico e interessante. Ha lavorato con Luis Campos. Parla cinque lingue. Lo scorso ottobre, quando abbiamo scelto Frédéric Hébert, anche lui era candidato. Arnaud ha deciso di assumere Hébert. Diego è naturalmente tornato alle discussioni successive l'episodio della modalità Mike(capo scout che rimase a Lens per una settimana) di cui ho appreso l'esistenza quando è arrivato a La Gaillette. »

READ  Jesse Marsch prima di Francia-Canada: “Un altro livello di gioco”

“Possiamo comprare lo stadio? La risposta è no « 

La voce Raphaël Varane

“Non ho informazioni che il dossier Raphaël Varane sia stato avanzato. Mi sorprende leggere sulla stampa cose di cui non sono a conoscenza. Immagino che qualcuno mi avrebbe chiamato se fosse stato così, giusto? È il sogno di un presidente. Ma non c’è trattativa per quanto riguarda gli elementi finanziari. A un discorso rigoroso devono seguire i fatti. »

L'acquisizione di Bollaert

“Il progetto continua ma al momento è in stand-by. È importante avere questa risorsa. Aiuta con le istituzioni finanziarie. Ma non abbiamo messo da parte soldi la scorsa stagione. Possiamo comprare lo stadio? La risposta è no. »

Politica sportiva

“Presentiamo un budget per essere 8° in L1. L’ambizione sportiva è quella di essere europei ogni anno. Per ragioni di ogni genere, anche economiche. I diritti internazionali di L1 mi sembrano più solidi. L’unico posto dove c’è un’inflazione dei diritti è nella UEFA. Ma non siamo i soli a voler giocare all’Europa. Ci sono nove club ben armati con azionisti molto più potenti di me. Dobbiamo quindi ritornare a una forma di intelligenza sportiva che abbiamo perso negli ultimi diciotto mesi. »

Il reclutamento di Elie Wahi

“Contrariamente a quanto ho letto, sono abbastanza legittimista. Ho delegato e dato la mia fiducia all'amministratore delegato. Questo non significa invertire le decisioni che hai preso. Mi assumo la responsabilità di tutte le decisioni prese negli ultimi dodici-diciotto mesi. Successivamente, posso discuterne. Guardando indietro, Arnaud mi ha convinto a fare Elye Wahi. Non ho rimpianti per il giocatore ma per l'importo eccessivo del trasferimento (30 M€). Potrebbe aver avuto un impatto sul giocatore stesso nello spogliatoio. Non credo che vedremo il club spendere la stessa cifra così presto. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *