Jude Bellingham, dopo Serbia-Inghilterra: « Gioco senza paura »



“L’Inghilterra ha mostrato due facce al suo debutto. Cosa ricordi?
Possiamo segnare gol e mantenere la porta inviolata contro qualsiasi squadra! C'è una sensazione negativa intorno alle nostre partite, a volte è giusto che sia così, ma penso che, in questo caso, dobbiamo prendere il lato positivo. Forse abbiamo dovuto resistere in certi momenti e soffrire, ma ne siamo usciti con la porta inviolata. Questi sono tre punti. Questa squadra è ancora molto “nuova”, ha bisogno di rinforzarsi nel corso delle partite. Certo ci saranno dei punti negativi da superare, ma nel complesso sono soddisfatto e penso che lo sia per tutto lo spogliatoio.

Raccontaci il tuo obiettivo…
Ovviamente è sempre molto speciale segnare per la tua squadra, soprattutto quando il gol regala la vittoria e, spero, aiuterà a disputare un buon torneo. La celebrazione (con Trent Alexander-Arnold) è stato tratto da un gioco a cui tutti giochiamo. È stata una dedizione per lo staff che ogni giorno si impegna tanto. Non riceveranno un premio come questo (mostra il trofeo del suo giocatore della partita) e non vivremo i nostri stessi momenti sul campo, ma li apprezziamo enormemente. Dobbiamo mantenere questa buona atmosfera per il futuro.

Eri festeggiato, sugli spalti, al ritornello di Hey Jude dei Beatles. È una band che ascolti?
Certo, mi piace e ascolto molto. Il mio stile musicale è un po' vecchio, quindi fa proprio al caso mio. Giocare davanti ai tifosi inglesi è davvero un'esperienza diversa per me che sono abituato a suonare all'estero. Apprezzo davvero sentirli a sostegno. Anche loro mi apprezzano, quindi cerco di ricambiare con le mie prestazioni e la mia energia.

READ  La sua onnipresenza a sinistra, l'intesa con Mbappé... Theo Hernandez, lo strumento di squilibrio dei Blues

“Se tutto va a posto in modo naturale, può essere magico”

Sembra che nulla possa resisterti in questa stagione…
Non lo so (sorriso). Semplicemente mi piace suonare senza proiettarmi troppo lontano. E, in ogni partita, sento di avere questo impatto, essendo in grado di deciderne l'esito. Quando scendo in campo gioco senza paura perché amo tanto quello che faccio. È uno sfogo, la cosa che preferisco al mondo. Non è lavoro ma piacere.

Cosa ne pensi della tua associazione al centro davanti ad Alexander-Arnold e Declan Rice?
Mi è piaciuto ! Abbiamo un buon equilibrio, con e senza palla. Ho trovato Trento brillante nelle fasi di possesso palla, preciso e calmo. La sua tecnica è la cosa migliore qui. Ed è sempre positivo, che è ciò che spinge qualcuno come me. Circola su tutta la larghezza cercando di sfondare la linea avversaria. Non vedo l'ora di giocare ancora con lui, sviluppare automatismi e vedere fino a che punto possiamo arrivare. “Dic” è stato fantastico, come al solito. È uno dei migliori al mondo in questa posizione

READ  Marcus e Lilian Thuram, la prima coppia padre-figlio a giocare un Europeo con la Francia

Sembri così fiducioso…
Non vedevo l'ora di partecipare a questo Europeo, con questo gruppo straordinario. Penso che tu possa sentire il mio piacere in campo. Ho cercato di prendere il controllo della gara fin dall'inizio in modo che i tifosi spingessero ancora di più. Quando si progredisce con la palla aiuta. Cerco anche di essere aggressivo nel pressare. Più giochiamo insieme, meglio ci capiremo e ci coordineremo. Se tutto va a posto in modo naturale, può essere magico. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *