Julien Bernard “accetta” la multa inflitta dall’UCI dopo la 7a tappa del Tour de France



L’UCI prende sul serio la sicurezza. Il caso di Julien Bernard, punito con una multa di 200 franchi svizzeri da parte dei commissari presenti al Tour de France per la sua breve sosta di venerdì, per salutare i suoi cari durante la cronometro, lo dimostra. Il francese della Lidl-Trek è stato infatti dichiarato colpevole “Comportamenti inappropriati durante la gara e danno all’immagine dello sport”secondo il rapporto pubblicato dall’UCI.

“Accetto davvero la multa. Lo pago io. Preferisco che questa sia la fine della storia e che si smetta di parlarne”ha dichiarato Bernard, intervistato dall’AFP, alla partenza dell’ottava tappa, sabato a Semur-en-Auxois.

“La cosa principale è che è piaciuto a molte personeha aggiunto Bernard, 32 anni. Tranne poche persone (dall’UCI) che è venuto a parlarmi questa (sabato) mattina. Volevo sapere quali danni avevo fatto allo sport. Hanno parlato di più di sicurezza. Ma ho detto loro che era l’unica cosa che era segnata sul comunicato stampa. Hanno avuto qualche difficoltà a spiegare la sanzione. » Ha detto che era pronto” pagare ogni giorno per rivivere questo momento” in un messaggio pubblicato su “X”.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *