Kenenisa Bekele ed Eliud Kipchoge si incontreranno a Parigi



Mantenuto nella selezione etiope per la maratona delle Olimpiadi di Parigi, Kenenisa Bekele, che compirà 42 anni il 13 giugno, tornerà quindi ai Giochi 12 anni dopo la sua ultima partecipazione, a Londra (4a nei 10.000 m). Il tre volte campione olimpico (10.000 m nel 2004, 5.000 me 10.000 m nel 2008) si offre quindi un palcoscenico formidabile per quella che sarà – normalmente – la sua ultima apparizione in un campionato importante. E saranno passati 21 anni dai Mondiali di atletica leggera del 2003 disputati allo Stade de France, dove vinse i 10.000 metri e si classificò terzo in un'indimenticabile 5.000 metri, dietro al keniano Eliud Kipchoge, allora 18enne, e al marocchino Hicham El Guerrouj.

Sul percorso collinare della maratona olimpica di Parigi del 10 agosto, Bekele incontrerà anche Kipchoge, 39 anni, che punterà al terzo titolo consecutivo sulla distanza. Un duello fantastico che dura da anni, prima in pista poi su strada, contrapponendo due leggende assolute del loro sport.

Tuttavia, la presenza di Bekele alle Olimpiadi di Parigi non era ovvia fino a un anno fa. Dopo aver completato la maratona nel 2014, ha sicuramente vinto due volte la maratona di Berlino (2016 e 2019) e dalla sua seconda vittoria sulle strade tedesche ha ottenuto il 3° tempo più veloce della storia su 42,195 km (2h01'41''). Ma per diversi anni il suo declino sembrò inevitabile, tra infortuni, abbandoni e prestazioni più contrastanti. Lo scorso dicembre aveva ottenuto un tempo notevole durante la velocissima maratona di Valencia (4° in 2h04'19''). Bekele ha confermato il suo ritorno alla ribalta ad aprile durante la Maratona di Londra, chiudendo al 2° posto in 2h04'15''.

READ  La fiamma in viaggio verso Guadalupa a bordo della Maxi Banque-Populaire XI

Un 25esimo duello il 10 agosto

Anche Eliud Kipchoge, che ha iniziato a correre una maratona nel 2013, farà la sua ultima apparizione in un campionato importante tra poche settimane alle Olimpiadi. Intoccabile per lungo tempo sui 42,195 km, ha alzato notevolmente il record del mondo a 2h01'09'' a Berlino nel 2018 prima di essere spodestato nel 2023 dal suo connazionale Kelvin Kiptum (2h0'35'' a Chicago). Battuto a Boston nel 2023 su un percorso collinare (6°), qualche settimana fa era ancora deludente a Tokyo (10°), ma ha detto di essere stato disturbato nella sua preparazione da una campagna di molestie informatiche coinvolgendolo dopo la morte del suo connazionale Kelvin Kiptum in un incidente stradale l'11 febbraio in Kenya.

Il 10 agosto, nelle strade di Parigi, Bekele e Kipchoge si affronteranno per la 25esima volta nella loro lunga e splendida carriera. Bekele ha battuto il rivale 15 volte, ma Kipchoge ha vinto i quattro “duelli” della maratona compreso l’ultimo duello, a Londra nel 2018, dove vinse di gran lunga davanti all’etiope solo 6°. I due uomini sogneranno in ogni caso una nuova medaglia olimpica, due decenni dopo essere saliti per la prima volta su un podio alle Olimpiadi. Era ad Atene, oltre 10.000 m (oro) e 5.000 m (argento) per Bekele; oltre 5.000 m (bronzo) per Kipchoge.

READ  Félix Lebrun, vincitore in cinque set del Quadri Aruna, si è qualificato per gli ottavi di finale



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *