Kylian Mbappé sull'ufficializzazione del suo trasferimento al Real Madrid: « Sono sollevato »



Prima di iniziare il gioco di domande e risposte, Kylian Mbappé ha voluto spendere qualche parola per prendere l’iniziativa. “Poco prima di iniziare questa conferenza stampa. Volevo dire alcune parole. Diventerò un giocatore del Real Madrid, è un piacere immenso, un sogno. Sono liberato, sollevato, estremamente orgoglioso di poter arrivare in questo club. Ho molta eccitazione. Arrivo con molta umiltà. Vorrei ringraziare tutte le persone che mi hanno sostenuto, che hanno contribuito direttamente o indirettamente a tutto questo perché è stato complesso. In particolare, il presidente Florentino Perez. Ora ho una responsabilità e devo tornare al mio ruolo di capitano. Non è giusto, ma non risponderò ad altre domande oltre alla selezione. »

Sei un nuovo capitano dopo questo annuncio?
Ho sempre desiderato brillare in blu. Un nuovo ? Non la penso così. Non voglio né di più né di meno. Sono sempre al meglio, con i miei successi e i miei fallimenti.

Il Lussemburgo è una squadra alla tua portata, è questo il modo migliore per acquisire fiducia?
Abbiamo sempre fiducia, la strada migliore è vincere ma anche avere dei punti di riferimento come squadra. Vogliamo affinare questa preparazione per arrivare il più possibile.

Prima dell'Euro è tutto sistemato per la tua partenza, è un sollievo?
È un grande sollievo. È qualcosa che si vede facilmente sul mio viso. A fine stagione ho giocato molto meno. Questa non sarà una scusa per il mio euro. Abbiamo lavorato tanto fisicamente con l'allenatore e con il gruppo. Il mio obiettivo sarà quello di arrivare nella mia forma migliore per l’Euro. È una competizione complicata, forse più complicata di un Mondiale, anche se intorno a un Mondiale c'è molta pressione. Abbiamo un girone difficile, ed è una competizione che non vinciamo da 24 anni, è enorme per un Paese come il nostro. Devi arrivare pronto ed esibirti dalla fase a gironi.

READ  Alexandre Müller elimina Arthur Fils nel secondo turno del Masters 1000 di Roma

Potrebbe avere un impatto sul tuo gioco essere liberato da questo trasferimento?
È probabile che un uomo felice ottenga risultati migliori di un uomo infelice. Abbiamo un lavoro da svolgere e solo perché sorrido non significa che segnerò gol.

« Ero convinto che non avrei giocato »

Kylian Mbappé sull'essere stato messo da parte a inizio stagione

Eri infelice?
Al PSG non ero scontento. Non posso dirlo. Ma ci sono cose che mi hanno reso infelice. Un giocatore come me, con questa statura, non può far vedere quando è infelice. Se il ragazzo che stai seguendo è infelice, è difficile seguirlo. L’allenatore, i giocatori, i dipendenti mi hanno aiutato tantissimo, sarebbe un po’ un bastardo venire a sputare una volta che avrò il mio nuovo club. Ci sono cose e persone che mi hanno reso infelice, ovviamente. Ma vengo pagato molto bene per giocare a calcio, ed è solo calcio. C'è molta pressione e, lo ripeto, non lo augurerei a nessuno. Ma è inopportuno che mi lamenti perché ci sono cose ben peggiori.

READ  Patrick Beverley (Milwaukee) ha sospeso quattro partite dalla NBA

Qual è il tuo bilancio della tua stagione?
Penso di aver attaccato questa stagione con un'ambizione diversa, un giudizio diverso, perché ho sempre pensato che non avrei mai giocato. Dal momento in cui sono entrato in campo è stato un successo. È stata la stagione più difficile da giocare e sono orgoglioso di come l'ho giocata. Anche se tecnicamente, in termini di prestazioni, non è all'altezza dei miei standard. Ma quando sai tutto quello che ho dovuto sopportare e sopportare, è la stagione migliore della mia carriera.

Pensavi davvero che non avresti giocato tutta la stagione?
Me lo hanno detto, me lo hanno fatto capire, era chiarissimo. Mi hanno parlato violentemente. Ero convinto che non avrei giocato. Luis Campos e Luis Enrique mi hanno salvato. Senza di loro non avrei mai giocato. Sento tutte le critiche, penso di essere la persona più adatta per capire e giudicare le mie prestazioni. Rispetto a tutto quello che ho vissuto, semplicemente giocare è stato il mio più grande orgoglio.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *