La boccata d'aria fresca Lazraq-Khlass: cosa ricordare della prima serata degli Europei



Questo è un atteggiamento e una prestazione che possono far sorridere il campo francese. Alla sera delle prime quattro prove del suo eptathlon, Auriana Lazraq-Khlass ha mostrato una forma promettente: in ciascuna delle sue uscite ha battuto o eguagliato il suo record personale, prima nei 100 ostacoli in 13''35, poi in altezza con 1,77 m, poi peso (15,27 m) e, infine, oltre 200 m, in 23''56.

Ecco il 25enne messinese terzo con 3915 punti, dietro al duo belga Nafissatou Thiam (3955 punti) e Noor Vidts (3920 punti). “Wow, lo ammetto, ho fatto fatica a riprendermi, ho dovuto camminare perché francamente non me lo aspettavo proprio!si entusiasmava, la natura, in una zona mista. Ma così felice! Quindi il 200 è il seguito. Ammetto che mi sarebbe piaciuto vincerlo… ci si abitua presto a vincere, ma ho comunque battuto il mio record. Onestamente, che giornata! Lì i record vengono infranti. Non sto assolutamente anticipando ciò che accadrà dopo. Amo il presente allo stato puro. Se prima dell'800 avrò qualcosa da suonare non preoccupatevi andrò a prenderlo! »

Staffetta mista squalificata

Nawal Meniker ha lavorato duramente per qualificarsi per la finale dell'altezza secondo le regole dell'arte, superando 1,92 m nel suo ultimo tentativo. L'asticella precedente, 1,89 m, superata al primo tentativo, le sarebbe bastata, ma con questo sforzo in più il suo posto era sicuro e, soprattutto, ha eguagliato la sua migliore prestazione stagionale. Solène Gicquel stallò a 1,85 m, insufficiente.

READ  Il tocco invece dei 3 punti: la scelta sbagliata nel finale della partita del Tolone-La Rochelle

Destini contrastanti per i due francesi iscritti alle batterie dei 100 metri. Se Pablo Matéo è riuscito a fare bene, in 10''18 (+0.2m/s), il miglior tempo delle tre gare, Méba-Mickael Zézé è stato squalificato a causa della sua falsa partenza dalla corsia 9. Matéo sarà quindi l'unico tricolore nelle semifinali della distanza regina, sabato. “Posso fare meglio, sento un po' di tensione agli ischi, per questo non ne ho messi di più. Ho controllato, sapevo che avrei vinto la mia manche, indipendentemente dal fatto che avessi avuto il miglior tempo o meno tra i partecipanti. Non era una bella sensazione. La pista va bene, sono solo io che non sono nella migliore forma lì”fece comunque una smorfia.

La staffetta mista composta da Wilfried Happio, Sounkamba Sylla, Muhammad Abdallah Kounta e Louise Maraval è stata squalificata durante la finale, per una staffetta fuori zona. Il titolo è andato al quartetto irlandese, davanti a Italia e Olanda.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *