La Cina afferma che “non” rivelerà mai i dettagli delle indagini sul doping dei suoi nuotatori



“Tale richiesta, senza alcuna base legale, costituisce una violazione del Codice mondiale antidoping e dei diritti e interessi legittimi degli atletiha dichiarato l’Agenzia cinese (Chinada) in un comunicato stampa. Non accetteremo mai la richiesta di pubblicazione del file da parte dell’USADA (Agenzia antidoping statunitense) e alcuni membri del Congresso degli Stati Uniti. »

Nessuna sanzione

Ad aprile, il New York Times e il canale tedesco ARD hanno riferito che 23 nuotatori cinesi erano risultati positivi nel 2021 alla trimetazidina, una sostanza che può migliorare le prestazioni. Nessuno dei 23 nuotatori è stato sospeso o sanzionato, poiché la WADA ha accettato la spiegazione delle autorità cinesi secondo cui i risultati erano dovuti alla contaminazione del cibo in un hotel dove avevano soggiornato. Molti di questi atleti hanno poi vinto medaglie alle Olimpiadi di Tokyo. E undici sono tra i nuotatori selezionati per le Olimpiadi del 2024 (26 luglio-11 agosto).

Martedì, la leggenda americana Michael Phelps e la quattro volte medaglia d’oro americana Allison Schmitt si sono riuniti davanti al Congresso degli Stati Uniti ad una riforma dell’Agenzia mondiale antidoping (WADA)a causa della gestione dei casi di doping nel nuoto cinese.



Source link

READ  Kylian Mbappé beneficerà di una presentazione XXL al Real Madrid dopo l'Euro

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *