La Cina autorizza la produzione di massa di taxi volanti


In un mondo in cui i progressi tecnologici spingono costantemente i confini dell’innovazione, l’idea degli aerotaxi autonomi non è più solo il frutto dell’immaginazione dei visionari, ma sta gradualmente diventando una realtà tangibile. Questa transizione verso una nuova era del trasporto aereo senza pilota ha fatto un significativo passo avanti con il recente annuncio che la casa automobilistica cinese EHang ha ottenuto il primo certificato di produzione al mondo per la produzione di taxi volanti autonomi in Cina.

Verso la produzione di massa

IL EH216-S è un veicolo elettrico decollo e atterraggio verticale (eVTOL) con fusoliera in fibra di carbonio e sedici eliche alimentate da sedici motori elettrici. Progettato per trasportare due passeggeri, beneficia di un sistema di guida autonoma che elimina la necessità di un conducente. Con un velocità di crociera di 100 km/h e un'altitudine massima di circa 3 000 mpromette un'esperienza di viaggio sicura ed efficiente.

L'ottenimento del certificato di produzione significa che EHang è ora autorizzata a produrre in serie questi veicoli, coprendo l'intero processo dall'approvvigionamento delle materie prime alla manutenzione post-vendita. Questo passaggio cruciale apre la strada alla produzione su larga scala dell'EH216-S che potrebbe essere utilizzato in vari campi, come servizi di aerotaxi, turismo aereo e trasporto tra le isole.

taxi volanti
Crediti: EHang
taxi volanti
Crediti: EHang

Primi servizi dal prossimo anno

La Cina potrebbe così diventare il primo paese a offrire servizi di taxi volanti autonomi su larga scala ai singoli individui. Mentre anche altri paesi, come gli Stati Uniti, stanno lavorando a piani per introdurre gli eVTOL nel settore dei trasporti, la Cina sembra effettivamente avere un vantaggio quando si tratta di produrre e testare questi veicoli rivoluzionari.

READ  Gli squali sono essenziali per la produzione di ossigeno

Tuttavia, la strada verso la piena adozione degli aerotaxi autonomi non è priva di sfide. Le questioni relative alla regolamentazione, alla sicurezza e all’accettazione da parte del pubblico devono ancora essere risolte. La Civil Aviation Administration of China (CAAC), tuttavia, ha emesso alcune linee guida, offrendo consigli sull’attuazione di eVTOL sperimentati entro il 2025 e servizi completamente autonomo su larga scala entro il 2035.

Nonostante queste sfide, l’annuncio di EHang segna un punto di svolta nella storia della mobilità aerea. La visione degli aerotaxi autonomi promette non solo di trasformare il modo in cui vediamo e utilizziamo i trasporti, ma anche di aprire nuove possibilità per un futuro in cui la mobilità urbana sarà più sicura, più efficiente e più rispettosa dell’ambiente.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *